15 giorni / 14 notti

Da Auckland a Christchurch in auto

da € 1.420

CREA IL TUO VIAGGIO TROVA AGENZIA
https://www.goaustralia.it?p=32237
per informazioni: Go Australia S.r.l.
via Canale, 22 - 60125 Ancona
Tel. 071 2089301 - [email protected]

Da Auckland a Christchurch in auto: la vacanza in Nuova Zelanda con una visita completa dell’ Isola del Nord e dell’ Isola del Sud.
Con la vostra vettura raggiungerete dapprima Matamata (Hobbiton) per tuffarvi nel mondo della fantasia della saga del Signore degli Anelli.
Quindi ci tufferemo nel magnifico mondo sotterraneo di Waitomo dove, nel buio delle grotte, potrete ammirare milioni di lampiridi (larve luminose) che emettono una luce ad intermittenza e che costellano le pareti tutto intorno a voi, come un cielo stellato.
Trascorreremo quindi due giorni a Rotorua.
A Rotorua scopriremo la cultura maori, Geyser, laghi sulfurei dai colori spettacolari come Champagne Pool.
Moltissime le attività praticabili:
Immancabile una cena Hangi and Concert.

Il nostro viaggio “da Auckland a Christchurch in auto” in genere richiede sempre brevi spostamenti in auto.
Quindi un altro breve spostamento e raggiungeremo Lake Taupo e le famose Huka Falls.
Il Tongariro National Park in questo viaggio rappresenta solo una tappa intermedia: per gli amanti del Trekking si raccomanda di aggiungere una notte in più.

Wellington è l’ultima tappa del nostro “Nuova Zelanda da Auckland a Christchurch “.
E la capitale politica della Nuova Zelanda ma è anche una città ove merita senzaltro fare una sosta.
Bellissimo passeggiare lungo la marina, esplorare Cuba Street e sicuramente da visitare è il museo Te Papa.
In lingua Maori, Te Papa vuol dire “il nostro posto”. Questo museo contiene tutta la storia della Nuova Zelanda, a partire dalla prima colonizzazione Maori.

Lasciamo ora l’Isola del Nord e, superato in traghetto lo stretto di Cook, si approda all’ isola del Sud.
Se avete qualche giorno in più vi raccomandiamo nel periodo estivo di aggiungere una notte in questa zona per visitare il favoloso Abel Tasman National Park.

La nostra prima vera tappa del viaggio attraverso l’ Isola del Sud inizia con la regione dei vini del (Nessun suggerimento) sound per poi approdare a Kaikoura.
A Kaikoura potrete effettuare una magnifica minicrociera per osservare le balene ne numerosi altri cetacei, delfini e una abbondante avifauna.
Kaikoura è anche famosa per l’abbondanza dei crostacei incluse le aragoste, da gustare in uno dei tanti ristorantini locali.

Da Kaikoura ci inerpicheremo sulle dolci pendici delle Alpi Neozelandesi nella regione del Canterbury Plains .
Qui ammirerete laghi glaciali dalle acque purissime e dai colori intensi come Lake Tekapo.
Scoprirete la bellezza di Mount Cook famosa per le navigazioni in zodiac sul fronte dei ghiacciai e per le osservazioni notturne del sue cielo stellato.
Il nostro viaggio “Nuova Zelanda da Auckland a Christchurch ” ci porterà quindi a Queenstown via Lake Wanaka.

A Queenstown senza allontanarci tropo potremmo effettuare belle escursioni sui luoghi del set del Signore degli Anelli, effettuare un divertentissimo jet boat ride oppure una gita su un vaporetto del secolo scorso con cena in una tipica fattoria.
Proseguiamo il nostro viaggio raggiungendo il Milford Sound ove potremo effettuare una delle tante navigazioni sul fiordo più famoso del mondo.
Dal Milford sound inizia la parte conclusiva del nostro viaggio : penultima tappa Dunedin.

Dunedin il cui nome deriva da Dùn Èideann, il nome di Edinburgo in gaelico è famosa per essere il cuore della Penisola di Otago, vera mecca delle osservazioni naturalistiche.
La nostra ultima tappa in Nuova Zelanda prevede il pernottamento ad Akaroa nella Banks Peninsula.
Qui scoprirete l’ anima francese della Nuova Zelanda. Akaroa è stata l’unica base baleniera francese in Nuova Zelanda e, ancora oggi, ne mantiene le tradizioni.
Akaroa è incantevole per panorami e charme e vale la spesa di rimanere una notte prima di raggiungere Christchurch.

Higlights di “da Auckland a Christchurch in auto”
• Rotorua
• Wellington
• Tongariro National Park
• Huka Falls
• Lake Taupo
• Waitomo gloworm caves
• Matamata (Hobbiton)
• Queenstown
• Wanaka
• Milford Sound
• Mount Cook
• Dunedin
• Penisola di Otago
• Akaroa
• Christchurch

1° giorno

Auckland / Rotorua

Km indicativi 230
Lungo il percorso due opzioni possibili anche abbinabili tra di loro:
Ritiro della vettura presso il deposito del noleggiatore.
Waitomo Gloworm Caves ed il set del "Signore degli anelli" Hobbiton.
Se andate alle Waitomo Caves non distante anche la famosa Otorohanga Kiwi House and Native Bird Park.

Matamata Matamata si trova a circa 70 km da Rotorua e 160 km da Auckland; qui si trova il set del signore degli anelli utilizzato per ambientare Hobbiton.
Matamata (Shire’s Rest), la magnifica area agricola scelta da Peter Jackson per girare “Hobbiton”, unico set cinematografico al mondo che si possa visitare. Qui avrete modo di vedere, tra gli altri, i 37 pertugi degli hobbit, il ponte del doppio arco, l’albero della festa e la locanda del Drago verde. Potrete fotografare da vicino la porta della casa di Bilbo, cosi come ammirare la vista a perdita d’occhio delle meravigliose colline circostanti.

Waitomo Glow Worm Caves L’area conosciuta come Waitomo include una rete lunga 45km di grotte sotterranee, collegate tra loro dal fiume Waitomo. La grotta di Glow Worm, che visiterete oggi per circa 45 minuti, fu la prima ad essere esplorata nel 1887, è formata da rocce carsiche e calcaree ed offre alti soffitti, magnifiche formazioni colorate, enormi stalattiti e stalagmiti. La parte più eccitante della visita consiste poi nel salire su una barca (senza motore) e viaggiare per alcune centinaia di metri lungo il fiume sotterraneo: nel buio delle grotte, potrete ammirare milioni di lampiridi (larve luminose) che emettono una luce ed intermittenza e che costellano le pareti tutto intorno a voi, come un cielo stellato.

2° giorno

Rotorua

Giornata dedicata a questa famosa e spettacolare parco geotermale ma dedicate anche del tempo alla cultura maori visitando le aree culturali e sicuramente partecipando la sera ad una Hangi dinner con spettacolo.

Rotorua Rotorua è sicuramente la meta turistica più visitata dell’Isola del Nord, soprannominata “la città dello zolfo” per l’intensa attività termale che la caratterizza. Meta di turisti fin dall’800, è particolarmente interessante sia dal punto di vista geologico e morfologico che da quello etnologico, è infatti sede della più grande comunità Maori della Nuova Zelanda moderna.
Assolutamente da non perdere è la visita del centro di cultura Maori e del parco geotermale dei geysers di Te Puia, dove vi è il geyser Pohutu che erutta circa ogni ora. Vi sono curiose pozze di fango bollente, cristalli di zolfo, laghi blu cobalto e una miriade di fumarole. Per la sera organizzate una classica cena Hangi con spettacolo di danze maori, la più genuina è quella del Centro di Cultura.
Consigliata una breve visita alla chiesetta anglicana maori di St. Faith’s, esattamente davanti al Marae e alla casa comune dove la sera tengono gli spettacoli di danza folcloristica.
Altra meta assolutamente obbligata è la zona termale di Wai-O-Tapu (lungo la strada per Taupo) dove potrete sbizzarrirvi tra pozze dai colori più incredibili, verde mela, arancioni, gialle.... il geyser Lady Knox erutta una sola volta al giorno, verso le 10.30, con uno spruzzo di oltre 20 mt.
Per chi ama i panorami visti dall’ alto e sino all’ orizzonte sicuramente la funicolare panoramica offre queste emozioni.
Infine due escursioni molto belle che consigliamo assolutamente:
Redwood nightwlak : la passeggiata sui ponti sospesi sulla sommità di una foresta millenaria al chiarore luminescente di lanterne giganti ecosostenibili e vere opere d' arte. Dove la foresta incontra la magia e la fantasia. Questa escursione e praticabile anche durante il giorno trasformandosi in un classico treetop walk.
Kayak acque termali e gloworm caves: un fine pomeriggio in kayak per raggiungere le piscine termali del lago Rotoiti per un rilassante bagno. Quindi poco prima del tramonto inizia il rientro con le visite alle piccole gloworm caves che si trovano in alcuni punti della riva del lago.

3° giorno

Rotorua/Lake Taupo/Huka falls/Tongariro National Park

Km indicativi 180 km
Proseguite in direzione sud lungo la strada n°5 “Thermal Explorer” fino a Taupo e costeggiate l’immenso lago con le magnifiche Huka Falls.

Una volta arrivati a Turangi imboccate la strada n°47, deviando poi sulla n°48 che vi porterà all’interno del parco, raggiungete così il Whakapaka Village, punto di partenza per effettuare le passeggiate all’interno del parco.
Alternativamente potrete percorrere l’intero “Volcanic Loop” che costeggia il parco del Tongariro regalandovi una generosa vista d’insieme su questo bel parco composto da vulcani attivi.

Lake Taupo Il lago Taupo è un lago di origine vulcanica situato nell'Isola del Nord in Nuova Zelanda. Con una superficie di 616 chilometri quadrati è il più grande lago per superficie del paese, e il più grande lago d'acqua dolce dell'intera Oceania.
Il lago ha un perimetro di circa 193 chilometri, e una profondità massima di 186 metri. Il principale emissario è il fiume Waikato (il più lungo fiume della Nuova Zelanda), mentre i suoi principali immissari sono i fiumiWaitahanui, Tongariro e Taupo Tauranga.
Le sua acque pure pullulano di trote, il che lo rende una meta preferita per la pesca sportiva. E’ anche un luogo ideale per nuoto, sci nautico, canoa, crociere, parapendio e atterraggio con l’idrovolante. Oppure possibile praticare il rafting lungo i torrenti che alimentano il lago, noleggiare una moto d’acqua, perfino provare il bungee jumping o il paracadutismo.
La cittadina è conosciuta per le sue viste pittoresche sul lago e sulle montagne vulcaniche del Tongariro National Park. Le Huka Falls, fra le cascate più visitate della Nuova Zelanda, sono appena a nord di Taupo: con un flusso di oltre 220.000 litri di acqua al secondo, offrono opportunità fotografiche spettacolari. Nelle vicinanze di Taupo troverete le antiche foreste pluviali di Whirinaki e Pureora, parchi forestali ideali per tranquille passeggiate. Taupo si trova inoltre in zona geotermale con sorgenti naturali di acqua calda, di laghi bollenti e piscine di fango caldo.

4° giorno

Tongariro NP/Wellington

Km indicativi 330 km
Se desiderate effettuare il Tongariro cross, un trekking spettacolare, si deve aggiungere una notte in pi a Tongariro.
Giornata di viaggio alla volta della capitale neozelandese, Wellington.
Una volta usciti dal parco seguite la strada n°4 fino a Wanganui, proseguendo poi sulla n°3 e poi sulla n°1.

Tongariro national park Il Tongariro National Park è stato il primo parco naturale istituito in Nuova Zelanda, il quarto più vecchio nel mondo. Questo primato la dice lunga sulla sua bellezza e spettacolarità e ne fa una delle mete più ambite per viaggi naturalistici in questa nazione.
Nel suo interno innumerevoli le passeggiate ed i circuiti escursionistici di variabile durata, dalle poche ore a svariati giorni.
Vi sono tre vulcani attivi: M. Ruapehu, M. Tongariro e M. Ngauruhoe: lava, fango bollente, neve, deserti e foreste si alternano continuamente senza soluzione di continuità. Un parco che in questi ultimi anni ha ricevuto ulteriore interesse considerato è stato l'ambientazione di alcune parti de "Il Signore degli Anelli".

5° giorno

Wellington / Picton

Km indicativi 170 km
Mattinata per la visita della città.
Oggi si raggiunge l' isola de sud
Si supera in 3 ore lo stretto di Cook con viste spettacolari.
Se desiderate visitare l' Abel Tasman National park qui bisogna aggiungere un pernottamento.

Wellington Attuale capitale della Nuova Zelanda e seconda area urbana, Wellington è posta all'estremo sud dell'Isola del Nord e viene spesso paragonata a San Francisco, per le sue colorate abitazioni, le ripide via ed i cable car.
E' conosciuta per il suo freddo clima invernale, causato dai venti antartici che soffiano nello stretto di Cook. D'estate, invece, diventa un centro piacevole, anche se meno animato di Auckland. E' il punto di partenza del traghetto e dei catamarani che collegano quotidianamente l'Isola del Nord all'Isola del Sud.
Di solito da Wellington si parte velocemente per l'Isola del Sud ma, soprattutto dopo le recenti ristrutturazioni, è possibile scoprire una città affascinante, raffinata, ricca di "storia", vivace e attiva. Le sue ridotte dimensioni permettono poi di visitarla a piedi senza problemi. La sua principale attrattiva è il TE PAPA, il magnifico museo primo per importanza della Nuova Zelanda . In lingua Maori, Te Papa vuol dire "il nostro posto". Questo museo contiene tutta la storia della Nuova Zelanda, a partire dalla prima colonizzazione Maori. Grande risalto ha l'aspetto geologico e biologico, che occupa un intero piano del museo.

Circa 90 minuti prima della partenza del traghetto presentarsi al molo (Aotea Quay) per l'imbarco.
Qualora abbiate un'auto a noleggio ricordarsi che la vettura va lasciata al deposito presso il molo ed al vostro arrivo a Picton ritirerete una nuova vettura sempre presso il terminal.
Per chi non ha una vettura un autobus gratuito parte dalla piattaforma 9 alla stazione ferroviaria di Wellington 50 minuti prima traghetto in partenza. Si supera il magnifico stretto di Cook.in circa 3 ore e 30.

6° giorno

Picton/Marlborough Region/Kaikoura

Km indicativi 160
Oggi esplorate il Marlborough con le sue spettacolari vedute e le famose zone dei vigneti oppure il famoso sound con i suoi 144 isolotti.
Raggiungete Kaikoura .

Kaikoura Kaikoura una cittadina adagiata in una baia a ridosso della Kaikoura Peninsula protetta dalle cime, in inverno innevate, delle vicine montagne del Kaikoura Range.
Abitata da oltre mille anni dai maori, Kaikoura diventò nell'Ottocento una base di balenieri e cacciatori di foche; poi l'attività dei suoi abitanti si ridusse alla pesca del "crayfish" (in maori Kaikoura significa appunto mangiare l'astice). Kaikoura è diventata una meta naturalistica, il luogo del mondo dove è facile avvistare il capodoglio, la più grande balena dentata degli oceani.
Il segreto delle acque di Kaikoura?
Un canyon sommerso profondo più di 1000 metri, a sole poche miglia dalla costa. Questa insolita conformazione dei fondali rende le acque di Kaikoura (Nuova Zelanda) estremamente ricche di vita, facendone un luogo famoso in tutto il mondo per l'osservazione dei Cetacei.
Il paesaggio è selvaggio, e quando sei lì ti rendi conto subito che Kaikoura non è niente più di un piccolo paesino. Eppure, grazie ai Capodogli, ai delfini e ad altri Cetacei che vivono nelle sue acque, Kaikoura è diventato un luogo famoso in tutto il mondo, ed è divenuto una metà turistica imperdibile per chi decide di viaggiare in Nuova Zelanda. Il business del Whale Watching (l'osservazione delle balene) è fiorente ed estremamente redditizio. Lo è al punto che portare la gente a vedere le balene invece che ucciderle; non è solo una questione di sensibilità, ma anche di senso degli affari. Ma il fiuto del business, si sa, non può prescindere dall'intelligenza. E poco si può chiedere a chi avrebbe disinvoltamente cancellato le balene dal pianeta se il buon senso dei più non lo avesse fermato. Per questo è giusto ringraziare Kaikoura, i suoi operatori e tutta la Nuova Zelanda per l'atteggiamento sensibile e responsabile nei confronti di patrimoni naturali che in fondo appartengono a tutta l'umanità.
I migliori ristoranti per aragoste a crayfish a Kaikoura? The Pier Hotel Restaurant o Cods and Crayfish anche il ristorante del White Morph Motor Inn è famoso per questi succulenti piatti.
Un Tatuaggio maori a Kaikoura? Atawera Art: Tattoo & Art Studio in Kaikoura

Il Malborough Sound Marlborough Sounds è la zona tra le cittadine di Nelson e Picton. Un'altra destinazione con panorami da cartolina.
Situata nella parte settentrionale dell'Isola del Sud in Nuova Zelanda. Comprende quattro sound principali e le loro estese ramificazioni: Queen Charlotte Sound, Kenepuru Sound, Pelorus Sound e il Mahau Sound.
La Queen Charlotte Drive è una spettacolare strada tortuosa che collega le città di Havelock e Picton. È una delle strade costiere più scenografiche al mondo.
La strada è lunga 33,2 km (20,62 mi) in direzione ovest-est dalla città di Havelock, alla testa del Pelorus Sound verso Picton.
Lo spettacolare Queen Charlotte Track può essere esplorato a piedi, in mountain bike o in kayak da mare per uno o più giorni. La pista di 70 km attraversa paesaggi mozzafiato, con alloggi e ristoranti lungo la strada.
Una simpatica attività è quella di partecipare al Maill Run tra gli isolotti (od anche una semplice minicrociera qualsiasi) del Queen Charlotte Sounds.
La zona costiera è famosa per i suoi vini rinomati e vi sono oltre 120 cantine aperte al pubblico. Vi è un itinerario chiamato Marlborough Wine Trail con vino eccellente, birra artigianale pluripremiata e distillerie boutique di gin con prodotti locali e cucina gourmet.
Blenheim è situata nel cuore della vinificazione di Marlborough. È una delle città più soleggiate della Nuova Zelanda, con una media stimata di 2.438 ore di sole all'anno. Le montagne incorniciano la zona e intrappolano la calura estiva (temperature superiori a 30 ° C sono abbastanza normali a febbraio e marzo).
A Blenheim e nei dintorni vi sono numerose caffetterie, ristoranti, cantine, bar, negozi, negozi di alimentari artigianali.
Il Golden Mile di Marlborough attraverso Rapaura e Renwick è semplicemente la… strada dei vini, si fa in bicicletta in qualsiasi momento dell'anno. Scenari mozzafiato lungo i 6 km con nove cantine visitabili e sosta anche in piccoli ristoranti.

7° giorno

Kaikoura/Lake Tekapo

Km indicativi 320
Qui consigliata l'escursione alle balene la prima del mattino (da prenotare con grande anticipo).
Si prosegue lungo i Canterbury Plains sino a Lake Tekapo.

Lake Tekapo Lake Tekapo è un delizioso villaggio alpino nel cuore dell’Isola del Sud. Completamente circondato da montagne si trova sul bordo del lago glaciale omonimo. L’acqua del lago è di un colore turchese intenso ed il cielo è di una straordinaria chiarezza, rendendo infatti Lake Tekapo una delle migliori zone del mondo per sondare il cielo dai suoi osservatori posti sulla cima del Mount John. Il paese nacque come luogo di ristoro per i pastori ed i colonizzatori: il suo nome in Maori (taka-po) significa infatti “materasso per una notte”. Oggi invece è una tranquilla località turistica. L’edificio più importante è la Church of the Good Shepherd, chiesa in pietra che sorge solitaria a dominio del lago e che fu costruita nel 1935 in memoria dei pionieri che bonificarono questa zona per poter pascolare i loro greggi di pecore merinos. Nei pressi della chiesa vi è la statua di un cane da pastore , omaggio al miglior amico dell’uomo.

8° giorno

Lake Tekapo/Mount Cook/Wanaka

Km indicativi 320
Da non perdere Lake Pukaki e Mount Cook prima di proseguire alla volta di Wanaka attraversando il mistico Lindis Pass.

Mount Cook Mt. Cook è distante dalle luci cittadine ed il suo cielo è particolarmente spettacolare e predisposto a magnifiche osservazioni del cielo stellato dell’ emisfero australe. Il nuovo centro internazionale di osservazione dell’ ’emisfero celeste è la quarta Dark Sky Reserve al mondo e la seconda nell’ emisfero australe con un primato indiscusso: è stata classificata come Gold reserve ovvero uno dei punti più indicati per queste osservazioni astronomiche. Possibile una visita al Planetario dove osserverete una particolare proiezione digitale del cielo australe e che vi introdurrà alla bellezza delle costellazioni qui visibili: le maestose nubi magellaniche, la via lattea con gli ammassi delle galassie, la costellazione della croce del sud e molto altro ancora. Dopo questa fase introduttiva si raggiungere con il minivan il luogo ove sono posizionati i telescopi binoculari per effettuare le osservazioni dirette sempre assistiti da un astronomo locale. Mi raccomando abiti caldi ed una cuffia sono consigliati.
Sempre da mt. Cook è possibile effettuare il Glacier Explorers una bellissima navigazione in zodiac sui laghi glaciali ove gli iceberg si frantumano scendendo nelle acque del lago.
Inoltre possibilità di minitour con mezzi fuoristrada o semplici trekking nella Tamar Valley e nelle altre valli e rilievi con fantastici panorami.

9° giorno

Wanaka/Cardrona/Queenstown

Km indicativi 90
mattinata da dedicare a Lake Wanaka.
Per raggiungere Queenstown consiglio la strada via Cardrona con sosta all'omonimo storico Hotel/Pub assolutamente da visitare perché pittoresco e naturalmente... gustoso.

Wanaka WANAKA è famosa per essere il punto di partenza del comprensorio del Mt Aspiring National Park. Questa zona è anche conosciuta per i suoi vigneti ed i panorami dei filari a perpendicolo sul lago con le montagne sullo sfondo è veramente idilliaco.
Per la cena posso consigliare:
The Reef 145 Ardmore Street – specializzato in cucina di pesce e gode di una delle più belle vedute sul lago.

Ambrosia Restaurant Golf Course Road Cucina internazionale con una ottima scelta di vini.
Se invece esplorarte le pendici di Mt. Aspiring sicuramente il Tilikum Restaurant con una buona selezione di cucina tipica Neozelandese.

10° giorno

Queenstown

Giornata a disposizione per questa splendida località dalle mille attrazioni naturali.

Queenstown Una sbalorditiva bellezza e brividi adrenalinici vi aspettano a Queenstown. La località alpina, situata lungo le sponde del lago Wakatipu, cominciò la sua vita come centro di estrazione dell'oro negli anni '60 dell'800, ma ora è una delle più belle e mondane città della Nuova Zelanda. La città attira frotte di appassionati di attività all'aperto come kayak, bungee jumping (che fu inventato da un neozelandese proprio in questa zona), escursionismo, jetboating e sci. Per avventure più calme, potete fare una tranquilla crociera attraversando il lago Wakatipu con la storica imbarcazione a vapore Tss Earnshaw, costruita nel 1912 oppure degustare il famoso Pinot Noir in una delle 75 aziende vinicole della regione. Ogni giorno, di primo mattino, partono le escursioni in pullman che conducono alla zona dei fiordi, Milford e Doubtful, dichiarati patrimonio dell'umanità, dove è possibile imbarcarsi su motonavi che conducono all’imbocco dell’oceano. Per gli appassionati, in certi periodi dell’anno partono escursioni a piedi della durata di alcuni giorni con pernottamenti ai rifugi lungo i sentieri più belli e panoramici delle Alpi Neozelandesi.

11° giorno

Queenstown/Te Anau

Km indicativi: 172
Oggi si prosegue all volta del lago di Te Anau e vera porta di accesso al Milford Sound.
Qui vi sono due possibilità: prenotare una escursione di una giornata al Milford Sound oppure una bella crociera con pernottamento nel Milford Sound (esperienza unica). La stessa cosa per il Doubtful Sound.

Te Anau Te Anau Si trova sulla riva est del lago Te Anau nel Fiordland. Il lago Te Anau è il più grande dell'Isola meridionale ed il secondo della Nuova Zelanda,
La pittoresca cittadina di Te Anau è la principale base di visitatori per la regione selvaggia intagliata dai ghiacciai che è il Parco Nazionale Fiordland.
Oltre alle escursioni al Milford e Doubtful Sound, le popolari attività locali includono voli panoramici, crociere sul lago, pesca, kayak ed esplorazione delle grotte di Te Anau Glowworm. C'è anche un santuario degli uccelli specializzato in uccelli nativi.
Sempre da Te anau si possono pianificare i famosi tracks di Milford, Routeburn o Kepler

12° giorno

Te Anau

Giornata a disposizione per esplorare l' area ed effettuar le escursioni.
In base a come vorrete organizzare le attività (ovvero ad esempio effettuando ieri al crociera nel Milford) questo giorno si puo saltare e proseguire per Dunedin.

Milford Sound Il Milford Sound è, con il Doubtful Sound, il più noto tra i fiordi del Nuova Zelanda.
Il Mitre Peak, la montagna a forma piramidale che domina il fiordo, è uno dei soggetti naturali più fotografati in Nuova Zelanda. Tra quelli dell’isola del Sud, il Milford è l'unico fiordo che può essere raggiunto interamente via terra. Dal suo punto più interno il fiordo si prolunga per circa 22 km fino al Mare di Tasmania: i visitatori possono quindi viaggiare comodamente su una delle diverse navi da crociera lungo tutta la lunghezza del fiordo fino al mare aperto. Frequenti gli avvistamenti di pinguini (Fiordland Crested Penguin), delfini (Bottle Nose Dolphins e Dusky Dolphins) e leoni marini (New Zealand Fur Seals). Quest’area fa parte del Fiordland National Park (istituito nel 1952), un vasto e selvaggio territorio nel cuore del Te Wāhipounamu, patrimonio dell'umanità, nel sud-ovest dell'isola del Sud della Nuova Zelanda. Si tratta di una zona in cui innevate montagne, ininterrotte foreste e praterie, fiumi di ghiaccio e profondi laghi danno origine ad un paesaggio di eccezionale bellezza.

13° giorno

Te Anau / Dunedin

Km indicativi 360
Con la via diretta sono circa 60 km in meno.
Consiglio di passare attraverso la Catlin Forest ed eventualmente Cathedral Cove un posto veramente magnifico.
Di seguito una descrizione generale della zona: da tenre presente che per vedere i luoghi indicati si devono fare deviazioni A/R dalla strada principale.
La regione dei Catlins, una zona collinare che s’affaccia con magnifici scenari sul mare. Ad esempio Waipapa Point è un luogo di grande suggestione con una spiaggia dorata, rocce e un faro, anche se il suo nome è legato ad una delle tragedie navali più tristemente famose dell’isola, il naufragio del Tararla. Non distante si trova Slope Point, la punta più meridionale dell’Isola del Sud uno dei luoghi dove scattare una fotografia del sud, più sud del mondo.
Da qui in avanti la costa diventa, se possibile, ancora più spettacolare con spiagge di straordinario pathos: Cathedral Caves sono grotte in riva al mare,con un ingresso degno di una cattedrale gotica. Sono uno dei luoghi più magici della Nuova Zelanda.
Altri luoghi da non perdere sono le Wilkes Falls, Roaring bay e il bellissimo Nugget Point un faro solitario circondatola scogli spettacolari e con pinguini e leoni di mare a fare da attori di questo magico palcoscenico naturale.

Dunedin Città dal fascino singolare per i suoi edifici dai molteplici stili architettonici, dal vittoriano al veneziano, caratterizzati dall’utilizzo di pietra calcarea locale. Dunedin si trova in fondo allo stretto Golfo di Otago, che insieme alle colline sovrastanti fa parte di un antico vulcano estinto. La città venne fondata nel 1848 da un gruppo di emigranti scozzesi ed infatti il nome della città deriva da Dùn Èideann, il nome di Edinburgo in gaelico, a cui cercarono di richiamarsi anche nella progettazione del nuovo centro abitato.
Nei pressi della città sorgono due colonie di pinguini.

14° giorno

Dunedin/Moeraki Beachki Boulders /Oamaru Blue Penguin Colony/Akaroa

Km indicativi 420
Lungo il percorso vicino a Dunedin la Penguin Place, sede della Penguin Conservation Reserve dei pinguini dagli occhi gialli.
Ma anche:
Royal Albatross Centre
Il centro è situato alla base di Cape Taiaroa ed è una breve passeggiata per l'Osservatorio per vedere il più grande di tutti gli uccelli marini.
Oppure potrete effettuare la Monarch Cruise con osservazioni senza pari di albatro reale settentrionale, foche, pinguini e fino a 20 specie di uccelli e vita marina nel suo ambiente naturale e altrimenti inaccessibile.
A seguire lungo il percorso i Boulder ovvero le tondeggianti pietre che creano un panorama bizzarro sulla spiaggia.
la nostra giornata termina ad Akaroa nella straordinaria penisola di Banks, ultima meraviglia di questo viaggio.

Otago Peninsula La penisola che parte da Dunedin e si estende per 33km nell’Oceano Pacifico è un bellissimo percorso da fare in auto, scenari montagnosi intervallati da spiagge e calette con una vegetazione lussureggiante costellata da casette in legno in vecchio stile inglese. Molte le stradine che si inerpicano regalando ampi paesaggi panoramici. Arrivati fino al punto estremo, Taiaroa Head, potrete ammirare l’unica colonia di Albatros Reali che nidifichi sul territorio continentale. Sul capo nidifica inoltre il cormorano di Steward, una specie molto rara. Presso lo Yellow-Eyed Penguin Conservation Centre di Harington Point potrete inoltre osservare i pinguini dagli occhi gialli.

Moeraki Boulders Lungo la srada della Otago Coast che collega Oamaru a Dunedin trovate una deviazione che vi porterà sulla spiaggia di Koekohe. Parcheggiate l’auto e dirigetevi a piedi sulla spiaggia dove già in lontananza potrete vedere queste septarie, concrezioni minerali di color grigio, frutto dell’erosione delle scogliere adiacenti a causa delle intemperie. Formatesi nel primo Paleocene, circa 60 milioni di anni fa, pesano diverse tonnellate e raggiungono il diametro di tre metri.

Akaroa La Penisola di Banks è una penisola di origine vulcanica sulla costa orientale dell'Isola del Sud della Nuova Zelanda. Ha una superficie di circa 1.200 Kq e comprende due porti e molte piccole baie e insenature. La più grande città dell'Isola del Sud, Christchurch, si trova immediatamente a nord della penisola.
Con elementi della cultura Maori, francese e inglese, Akaroa ha un carattere unico e una delle città più antiche e meglio conservate dell'Isola del Sud.
Pochi sanno che in Nuova Zelanda ci sono stati anche i francesi! Infatti Akaroa è l’antico insediamento baleniero francese, una graziosa cittadina situata in una baia interna del porto.
La borgata contiene una serie di edifici storici decisamente francofoni , negozi di artigianato insieme a una moltitudine di opportunità fotografiche.
la spettacolarità di Akaroa è anche dovuta alla bellezza mozzafiato dei panorami: siamo nel cuore di un antico vulcano, costellato di baie e calette scintillanti, verdi colline.
Molto apprezzata la minicrociera sul Black Cat che ci permetterà di ammirare la penisola dal mare, scoprire un antico cratere vulcanico, ammirare panorami spettacolari e nuovamente scoprire la fauna marna. Qui infatti abbondano i delfini autoctoni conosciuti come delfini di Hector.

15° giorno

Akaroa/Christchurch

Km indicativi 80
Indugiate pure ad Akaroa non ve ne pentirete.
Quindi proseguite alla volta di Christchurch.

Christchurch Pur essendo stata duramente colpita dal terremoto del 2011 la città a saputo riprendersi rapidamente. Ancora oggi siamo in fase di ricostruzione ma molto è stato fatto e vi sono tanti aspetti innovativi dal punti di vista architettonico ed artistico.
Christchurch, chiamata anche “la città giardino” per i favolosi giardini privati e pubblici disseminati su tutto il suo territorio, è la città più inglese della Nuova Zelanda ed infatti la volontà dei primi coloni di riprodurre l'Inghilterra vittoriana agli antipodi se non nella società, si riprodusse nell'edilizia sacra e civile. Ricordiamo: la cattedrale nel centro della città, l'Hagley Park, la St. Barnabas Church, la biblioteca cittadina, il Christchurch Arts Centre, a suo tempo sede della University of Canterbury, il Canterbury Museum, dove sono interessanti le cartine dell'Antartide, testimonianza del rapporto della Nuova Zelanda col continente ghiacciato. Inoltre sarebbe opportuno visitare la McDougall Gallery, pinacoteca con dipinti di pittori locali; il Christ's College, risalente al 1857, è una public school sul modello inglese; i Botanic Gardens.
La zona pedonale di Christchurch è rilassantissima, prima un po’ di shopping tra mall e negozi, quindi raggiungete Oxford Terrace per una passeggiata lungo il fiume. Palazzi antichi, aiuole ben curate, ponticelli romantici che attraversano il fiume, bar dove fermarsi per uno spuntino o una cena un po’ più consistente. Personalmente consiglio l’Azure, ma volendo potrete scegliere tra molte possibilità più o meno costose. Per gli appassionati del cioccolato esiste un bar che si chiama “morte per cioccolato”, un dolce da loro e siete a posto per l’intera giornata, sia come apporto calorico che come sazietà......

Quote per persona, a partire da:

PartenzaDoppia
Dal 3 Giugno 2021 al 31 Marzo 2022€ 1.420

Note

Il costo del noleggio si intende sulle 24 ore dall’ ora del ritiro all’ ora della riconsegna.
Es: se ritiro la vettura alle 14.00 la riconsegnerò entro le ore 14.00 del giorno di termine noleggio.
Se la vettura viene consegnata oltre l’ora prevista potranno essere addebitati localmente costi aggiuntivi
Leggere sempre le condizioni di noleggio al ritiro della vettura.


Dal punto di vista storico la scoperta della Nuova Zelanda è stata attribuita al navigatore polinesiano Kupe, nel 950 d.C. che le diede il nome di Aotearoa (Terra della Lunga Nuvola Bianca). Alcuni secoli più tardi, intorno al 1350, un gruppo di emigranti provenienti da Hawaiki, il paese natale di Kupe, arrivò in Nuova Zelanda, […]

La Nuova Zelanda è un arcipelago situato nell’Oceano Pacifico Meridionale tra il 34°15′ e il 47°30′ latitudine sud, a circa 2000km sud-est dell’Australia; è formato da due grandi isole: l’Isola del Nord e l’Isola del Sud, divise dallo stretto di Cook e da molte altre isole minori: Stewart, Chatham, Kermadec, Three Kings, Auckland, Campbell, isole […]

Dominio britannico dal 1907, la Nuova Zelanda ottenne l’indipendenza dal Regno Unito nel 1931. Oggi la Nuova Zelanda si presenta come una democrazia parlamentare indipendente nell’ambito del Commonwealth britannico. L’ordinamento si basa su atti parlamentari sia neozelandesi sia britannici, mentre la Costituzione (redatta nel 1986) non è stata ancora ratificata. Il capo dello stato è […]

Negli ultimi trent’anni l’economia neozelandese, in passato prevalentemente agricola, si è orientata progressivamente verso l’industria e il settore terziario. Dalla metà degli anni Ottanta il governo ha gradualmente abbandonato il protezionismo economico iniziale, in favore di una politica di apertura e deregolamentazione allo scopo di incentivare la crescita economica, anche se ciò ha provocato un […]

Flora: La flora della Nuova Zelanda è estremamente varia e per gran parte endemica: specie autoctone (in totale circa 1.500) come il weta gigante, il kauri (albero della gomma), il tuatara e il kukapo crescono accanto a vaste foreste pluviali dominate da rimu, faggi, tawa, matai e rata, a felci e lino, a campi coperti […]

TERRA DEI MAORI La Nuova Zelanda è soprattutto il cuore della cultura Maori, fieri discendenti dei polinesiani. La cultura Maori è la più antica della Nuova Zelanda. E’ soprattutto una cultura orale che fu raccolta alla fine del XIX secolo dagli intellettuali europei. Gli scrittori indigeni più conosciuti sono Keri Hulme e Jacqueline Sturm. Uno […]

La cucina della Nuova Zelanda sa dimostrarsi raffinatissima e molto varia, con una scelta più ampia ad Auckland e lungo tutta la costa rispetto all’entroterra che prevede invece una scelta minore, soprattutto derivante dall’assenza di pesce e crostacei che il mare offre in larga abbondanza. I neozelandesi amano moltissimo la carne: l’agnello è di buona […]

GLI ANTIPODI DELLA NUOVA ZELANDA Ogni punto della superficie del nostro pianeta ha un antipodo, un luogo, che sta esattamente all’estremità opposta del globo. La particolarità più affascinante dell’antipodo di un dato luogo è che risulta essere il punto della superficie terrestre da esso più lontano e che, per arrivarci, almeno teoricamente, vi sono due […]

Numerose le attività sportive che si potrete praticare in queste terre: Rugby: sport nazionale. Ciclismo: Esistono dei circuiti per ciclisti che permettono di scoprire le due isole ad un ritmo velocissimo (circa 60km al giorno). Potrete utilizzare la vostra bici o noleggiarne una sul posto e seguire diversi circuiti come: Le Delizie del Coromandel Auckland […]

In ogni regione esiste una scelta di alberghi di ottimo livello: business hotels come il Park Royal e lo Sheraton e le lodges (piccoli alberghi di lusso simili alla catena “Relais et Châteaux” in Europa) in posizioni splendide dove la natura è rimasta intatta. Spesso sono abbinati ad attività sportive come golf o pesca. Qui […]

Viaggio di nozze alle Cook

Raggiungere il Paese è molto difficile: arrivare dall’Italia è una vera e propria impresa e prima di toccare terra devono passare circa 24 ore di volo! Solitamente i voli dall’Italia fanno scalo a Francoforte e poi a Singapore, proseguendo poi, finalmente, per Auckland. I tempi di percorrenza da Auckland, in assenza di scali, sono 3,5 […]

Ambasciata d’Italia a WELLINGTON 34-38 Grant Road, PO Box 463, Thorndon, Wellington, New Zealand Tel.: +64 4 4735339 Fax: +64 4 4727255 E-mail: [email protected] Auckland: Agente Consolare onorario Cav. Mario Magaraggia 102 Kitchener Road, Milford, (PO Box 31 121) Auckland Telefono: (0064-9) 489 9632 Fax: (0064-9) 486 1888 Cell: 021 664027 E-mail: [email protected] Christ church: […]

FORMALITÀ VALUTARIE In entrata ed in uscita dalla Nuova Zelanda ogni viaggiatore che possiede piu’ di 10.000 NZ$ in denaro liquido (o l’equivalente di 10.000 NZ$ in valuta estera) deve compilare il Border Cash Report che è parte delle procedure di entrata o sdoganamento, (“Financial Transactions Reporting Act 1996”). La normativa imposta dal Ministero dell’Agricoltura […]

NORME D’INGRESSO Passaporto: necessario con validità residua di almeno 3 mesi. Visto: non necessario per turismo fino a 90 giorni di permanenza nel Paese, se si è in possesso di un biglietto aereo a/r. Vaccinazioni obbligatorie: nessuna.

Patente: Internazionale. Le assicurazioni estere sono accettate. L’assicurazione di responsabilita’ civile di un automobilista visitatore, stipulata nel paese di provenienza, non e’ valida in Nuova Zelanda. Tutti gli automobilisti visitatori devono periò pagare un’assicurazione al loro arrivo, presso un ufficio dell’AANZ (Automobile Association of New Zealand), contemporaneamente a sbrigare formalita’ riguardanti l’immatricolazione e l’iscrizione del […]

Le festività australiane sono legate alla cristianità: l’Assunzione, 15 agosto; Tutti i Santi, 1° novembre; l’Immacolata Concezione, 8 dicembre; Natale, 25 dicembre; Santo Stefano, 26 dicembre; Pasqua. Tra le feste pubbliche segnaliamo invece: Capodanno (1° Gennaio): nelle maggiori città hanno luogo esibizioni, gare e manifestazioni che richiamano le tradizioni rurali; Festa del Lavoro: festa pubblica […]

Auckland Auckland viene giustamente definita la “città delle vele” per il numero sorprendente di barche che è possibile ammirare nella baia praticamente a qualsiasi ora del giorno. Il cuore della città è Queen Street, bella e sobria via principale, lungo la quale i pochi negozi di abbigliamento elegante si alternano ai molti sportivi. Assolutamente da […]


Cerca l'agenzia più vicina a te

Altri viaggi che potrebbero interessarti
Articoli che potrebbero piacerti

Tour al Kula Eco Park, posto ideale per conoscere la flora e la fauna caratteristica delle Fiji. Clicca qui!

Venite con noi a conoscere Suva, la capitale delle isole Fiji!

I nostri Tour Operator al tuo servizio per la tua esperienza di viaggio senza confini. Clicca e parti.

Realizza il sogno di un viaggio per le tue esigenze e passioni. Clicca e parti.

Semplifichiamo la pianificazione e la realizzazione di un viaggio di lavoro o per affari. Clicca e parti.

Per il mondo delle agenzie di viaggio. Clicca e fai business con Go World.

Per chi ama i social media. Clicca e sogna il tuo prossimo viaggio.

Non perderti le nostre offerte!

Espressione del consenso al trattamento dei dati personali: Procedendo con la compilazione e con l'invio di questo modulo, Lei acconsente al trattamento dei dati personali da Lei forniti per la finalità e nei limiti indicati nell'informativa privacy del sito, ai sensi e per gli effetti del Regolamento (UE) 2016/679 (GDPR).

Go Australia S.r.l.
via Canale, 22 - 60125 Ancona
P.IVA, CF 02116980422 R.E.A. AN 162472
Capitale Sociale € 30.000
Premio Turismo responsabile Italiano 2011