trova il tuo viaggio

Tari Valley

La Tari Valley e le pendici delle montagne circostanti sono la casa degli Huli, uno dei più grandi gruppi etnici delle Southern Highlands ed anche uno dei più intatti culturalmente di tutta la Papua Nuova Guinea. La scoperta dell’esistenza di questo clan risale solamente al 1935 e fu l’ultimo gruppo ad essere controllato dal governo. Gli uomini sono molto orgogliosi del loro aspetto fisico e collezionano le piume degli uccelli del paradiso per decorare i loro copricapo. Erano anche famosi per le loro abilità guerriere e per la spietatezza verso i clan nemici. Grandi trincee scavate con pale di legno servivano per delineare i confini dei diversi clan, per controllare il movimento dei maiali e come passaggi segreti per i guerrieri durante le guerre tra i clan. Avrete quindi modo di imparare le loro tradizioni ed il loro stile di vita che è tuttora governato nella credenza degli spiriti ancestrali e nella magia.
La scoperta:
La geografia delle Southern Highlands presenta frastagliate catene montuose, grandi ondulate praterie alpine e suggestivi vulcani estinti tra cui il Mount Giluwe, la seconda montagna più alta della Papua Nuova Guinea con i suoi 4388 metri. Nel gennaio del 1934 una pattuglia iniziò l’esplorazione della zona montana del centro occidentale dell’isola. Condotta da Jack Hides e Peter O’Malley, la spedizione contava con dieci agenti papuani e due dozzine di portatori. Partendo dal Strickland River attraversarono il grande Papuan Plateau e scalarono l’arida montagna calcarea di Karius Range per raggiungere finalmente in aprile, ormai esausti e quasi senza cibo, un’alta valle con circa 30000 abitanti, gli Huli. La pattuglia di Hide impiegò due settimane ad attraversare il territorio degli Huli, lungo circa 200 km incluso la valle Tari e la valle Tagari. In alcuni luoghi vennero accolti calorosamente mentre in altri vennero duramente attaccati. Nel ventennio successivo l’area della Tari Valley rimase in gran parte inesplorata fino agli anni cinquanta quando venne edificata una postazione amministrativa e successivamente vi si stabilirono varie missioni religiose. Ma è stato solamente negli ultimi quindici anni che il mondo esterno è veramente penetrato in queste aree con l’arrivo di un maggior numero di edifici e beni stranieri.

Non perderti le nostre offerte!

Espressione del consenso al trattamento dei dati personali: Procedendo con la compilazione e con l'invio di questo modulo, Lei acconsente al trattamento dei dati personali da Lei forniti per la finalità e nei limiti indicati nell'informativa privacy del sito, ai sensi e per gli effetti del Regolamento (UE) 2016/679 (GDPR).

Go Australia S.r.l.
via Canale, 22 - 60125 Ancona
P.IVA, CF 02116980422 R.E.A. AN 162472
Capitale Sociale € 30.000
Premio Turismo responsabile Italiano 2011
Continua a seguirci su