Come arrivare e trasporti in Australia

Il Paese è raggiungibile da tutte le parti del mondo. Dall’Italia non esiste il volo diretto, considerata la lunga distanza. Data la vastità del territorio australiano, gli spostamenti aerei interni rappresentano un ottimo mezzo di trasporto, soprattutto per chi non dispone di molto tempo. Le maggiori compagnie aeree locali sono il Qantas e la Ansett Australia che garantiscono diversi voli giornalieri.

La rete ferroviaria è il mezzo di trasporto più efficiente dello Stato, sia per spostamenti locali che a lunga percorrenza. I treni sono veloci e ben attrezzati anche per viaggi notturni. Nelle maggiori città non è difficile trovare taxi ed i prezzi delle corse sono relativamente bassi.

Altri viaggi che potrebbero interessarti

Durata: 20 giorni / 18 notti

da € 5.155 - Voli inclusi

fiji

Durata: 14 giorni / 12 notti

da € 3.623 - Voli inclusi

Durata: 12 giorni / 9 notti

da € 3.730 - Voli inclusi

Articoli che potrebbero piacerti

La cultura isolana è leggermente contaminata dalla cultura polinesiana, con influenze provenienti anche dai coloni di Pitcairn. Va sottolineato che Norfolk è l’unico stato al di fuori dell’America nel quale viene festeggiato il Ringraziamento.

GLI ANTIPODI DELLA NUOVA ZELANDA Ogni punto della superficie del nostro pianeta ha un antipodo, un luogo, che sta esattamente all’estremità opposta del globo. La particolarità più affascinante dell’antipodo di un dato luogo è che risulta essere il punto della superficie terrestre da esso più lontano e che, per arrivarci, almeno teoricamente, vi sono due […]

Non perderti le nostre offerte!

Espressione del consenso al trattamento dei dati personali: procedendo con l'invio di questo modulo, si autorizza il trattamento dei dati personali forniti per la finalità, con le modalità e nei limiti indicati nell'informativa sulla privacy, ai sensi e per gli effetti dell'art. 23 del D.lgs. 196/03.

Go Australia S.r.l.
via Canale, 22 - 60125 Ancona
P.IVA, CF 02116980422 R.E.A. AN 162472
Capitale Sociale € 30.000
Premio Turismo responsabile Italiano 2011
Continua a seguirci su