Geografia nelle Fiji

L’arcipelago delle isole Fiji comprende 322 isole delle quali solo 110 sono abitate; la maggioranza delle isole, ricche di lagune, foreste e montagne, oltre che di spiagge sabbiose, è di origine sismica ma nessun cratere è più attivo.

Le quattro isole maggiori sono Viti Levu, Vanua Levu, Kadavu e Tavenuni, percorse da catene montuose, le altre sono isolotti vulcanici o atolli. Le Fiji sono situate nella zona Sud-Ovest dell’Oceano Pacifico a circa 2800 Km da Sydney e 1900 Km da Auckland. Sono collocate nella zona tropicale meridionale, tra l’Equatore ed il Tropico del Capricorno. Le isole più conosciute si trovano negli arcipelaghi delle Mamanucas (Matamanoa, Castaway e Tokoriki). L’arcipelago delle Yasawa raggruppa invece le isole più esclusive, come Turtle Island e Yasawa. La maggior parte degli abitanti vive sulle due isole più grandi.

Articoli che potrebbero piacerti

Storia I primi europei a scoprire il territorio di Wallis e Futuna furono gli olandesi nel XVIIsecolo, seguiti dai britannici nel corso del secolo successivo. Ciò nonostante, il primato per l’insediamento europeo sull’arcipelago spetta ai francesi, i cui missionari cattolici si stabilirono a Wallis e Futuna nel 1837. Tra il 1887 ed il 1888 i […]

I collegamenti tra le diverse isole sono operati mediante voli aerei e navi merci. Sulle isole principali il mezzo migliore per girare sono gli autobus, che a Tutuila sono chiamati aiga, tipici autobus colorati dai quali giunge la musica reggae ad alto volume. In caso di autonoleggio consigliamo di sottoscrivere un’assicurazione.

Non perderti le nostre offerte!

Espressione del consenso al trattamento dei dati personali: procedendo con l'invio di questo modulo, si autorizza il trattamento dei dati personali forniti per la finalità, con le modalità e nei limiti indicati nell'informativa sulla privacy, ai sensi e per gli effetti dell'art. 23 del D.lgs. 196/03.

Go Australia S.r.l.
via Canale, 22 - 60125 Ancona
P.IVA, CF 02116980422 R.E.A. AN 162472
Capitale Sociale € 30.000
Premio Turismo responsabile Italiano 2011
Continua a seguirci su