Aitutaki, anche nota come Araura e Utataki, è una delle isole Cook, situata a nord di Rarotonga.

Ha una popolazione di circa 2.000 abitanti ed è considerata la seconda isola più visitata delle Cook.

Aitutaki occupa una superficie di 16,8 km2, è circondata dalla barriera corallina ed ha approssimativamente la forma di un triangolo equilatero con i lati di 12 km di lunghezza.

Verso il lato sud di questo triangolo, c’è una piccola interruzione nella barriera corallina, che consente l’accesso per piccole imbarcazioni alla laguna.

L’aeroporto di Aitutaki si trova invece vicino al punto settentrionale del triangolo.

Il primo contatto europeo noto con l’isola, avvenne ad opera del capitano Bligh, con l’equipaggio della HMS Bounty, che arrivarono qui l’11 aprile 1789, prima del famigerato ammutinamento.

Aitutaki fu anche la prima delle Isole Cook ad accettare il cristianesimo, dopo che il missionario della London Missionary Society, John Williams la visitò nel 1821.

Il 9 ottobre 1900, l’isola fu l’unica delle Cook, ad essere formalmente annessa anziché ceduta al dominio britannico.

Durante la seconda guerra mondiale, le truppe americane e neozelandesi si stanziarono sull’isola, dove vi costruirono una pista di atterraggio, visibile ancora oggi, che doveva servire come base per i rifornimenti.

In seguito, quando la guerra finì, alcuni militari rimasero qui e sposarono i locali.

Negli ultimi anni, l’isola è stata utilizzata invece come location per dei programmi televisivi e nel giugno del 2010 è stata definita l’isola più bella del mondo, da Tony Wheeler, il fondatore della guida turistica Lonely Planet.

Purtroppo sempre nel 2010, l’isola è stata colpita da un forte ciclone, che ha danneggiato duramente la maggior parte delle case, tra cui anche una scuola ed un ospedale, fortunatamente però senza procurare decessi.

L’attrazione principale dell’isola, è Tapuaetai, un piccolo isolotto nel sud est della laguna color turchese, che offre al visitatore un panorama spettacolare, nonché la presenza di diverse spiagge orlate di palme.

L’economia isolana si basa essenzialmente sul pubblico impiego e sul turismo, i cui numeri di recente sono aumentati tra l’altro, per via della costruzione di un nuovo resort.

Infine per quanto riguarda lo sport, Aitutaki è nota per il rugby e per la pallavolo.

Un luogo da sogno!

Se volete conoscere tutti i nostri tour alle isole Cook cliccate qui!

 

 

 

 

 

 

 

Altri viaggi che potrebbero interessarti

Durata: 9 giorni / 7 notti

da € 1.754

Isole remote dell’Oceano Pacifico

Durata: 8 giorni / 7 notti

da € 1.061 - Voli inclusi

viaggio isola mauke

Durata: 4 giorni / 3 notti

da € 649 - Voli inclusi

Articoli che potrebbero piacerti

Vivi con noi un viaggio da sogno in Polinesia. Scopri le bellezze di Raratonga!

Cultura La cultura tuvaluana deriva dalle tradizione dei popoli polinesiani giunti sulle isole nel corso del 1300. Il forte rispetto della famiglia, della comunità e della civiltà insito nelle antiche culture popolari fanno di Tuvalu l’unico paese al mondo in cui non vengono violati i diritti umani. L’avvento della religione cristiana, seppur molto presente nella […]

I nostri Tour Operator al tuo servizio per la tua esperienza di viaggio senza confini. Clicca e parti.

Realizza il sogno di un viaggio per le tue esigenze e passioni. Clicca e parti.

Semplifichiamo la pianificazione e la realizzazione di un viaggio di lavoro o per affari. Clicca e parti.

Per il mondo delle agenzie di viaggio. Clicca e fai business con Go World.

Per chi ama i social media. Clicca e sogna il tuo prossimo viaggio.

Non perderti le nostre offerte!

Espressione del consenso al trattamento dei dati personali: Procedendo con la compilazione e con l'invio di questo modulo, Lei acconsente al trattamento dei dati personali da Lei forniti per la finalità e nei limiti indicati nell'informativa privacy del sito, ai sensi e per gli effetti del Regolamento (UE) 2016/679 (GDPR).

Go Australia S.r.l.
via Canale, 22 - 60125 Ancona
P.IVA, CF 02116980422 R.E.A. AN 162472
Capitale Sociale € 30.000
Premio Turismo responsabile Italiano 2011