https://www.goaustralia.it?p=29962
per informazioni: Go Australia S.r.l.
via Canale, 22 - 60125 Ancona
Tel. 071 2089301 - [email protected]

Nascosti nel cuore della regione, paesaggi straordinari, gole spettacolari e cascate fragorose offrono lo sfondo perfetto per una vacanza avventurosa a Kimberley nel nord dell’Australia occidentale. E sulla sua costa si trovano alcune delle spiagge più belle del mondo, atolli corallini incontaminati e isole aspre con una straordinaria varietà di vita marina.
Le avventure nella natura selvaggia si possono trovare in ogni angolo della regione. La vacanza nel Kimberley ti farà conoscere il Parco Nazionale di Purnululu, dichiarato Patrimonio dell’Umanità dell’Australia Occidentale, con i famosi Bungle Bungles a forma di alveare e molto altro ancora.

Higlights:
Periodo ottimale da aprile ad ottobre
Un mondo selvaggio con pernottamenti comodi
Cape Leveque e le sue spiagge
La famosa Gibb river Road
Gorges e cascate
El Questro Wilderness park
I famosi Bungle Bungle
Fitzroy Crossing e Geikie Gorge
Tunnel Creek e Windjana Gorge

1° giorno

Broome /Bell Gorge o Mt Hart Homestead (-/-/D)

Km indicativi: 440
Strada asfaltata al 90 percento.

Questo itinerario e solo praticabile per chi viaggia con un fuoristrada ed usufruisce delle sistemazioni lungo il percorso.
I pernottamenti potranno essere in alcuni dei campi semi permanentti attrezzati con bungalow (o delux safari tent pavimentate) e servizi generalemtne esterni, oppure presso le Homestead ed Outback Statio del Kimbelrey.
Non è richiesta una particolare perizia nel guidare il fuoristrada ma si raccomanda di guidare con prudenza e mai assolutamente mai dopo il tramonto.
Si raccomanda di fare sempre il pieno di carburante ogni qualvolta sia possibile.
Riporto di seguito la descrizione generica della Gibb River Road da Derby ad El Questro o Kununurra.
E’ la pista più panoramica, affascinante ed a volte avventurosa del Kimberley nel Western Australia. 650 km (di cui solo 29 asfaltati), che collegano Derby a Kununurra attraversando i King Leopold Ranges ed il Barnett Range. Famoso l’ attraversamento del Pentecost River e spettacolari i suoi canyon ricchi di cascate, strette gole e polle d’acqua. Il periodo migliore dell’ anno va da Aprile/Maggio sino a Ottobre al massimo a seconda delle condizioni meteo stagionali. Le sistemazioni lungo il percorso sono minime ed ambitissime; si tratta delle Outback Station ovvero i grandi ranch australiani dell’ Outback. La pianificazione di un viaggio lungo le piste del Kimberley va fatta con grande anticipo, non mono di 6 mesi a causa della disponibilità minima delle disponibilità sia per i pernottamenti che per i mezzi di trasposto.

Luoghi da visitare: Bell Gorge- Il Bell Gorge, Mt Hart e Lennard gorge, sono tutte attrazioni scenografiche situate nella riserva del King Leopold Range. Bell Gorge, è stato inizialmente scoperto da Frank Hann nel 1898 e così chiamato dal nome del dottore di Derby. Il torrente Bell scorre attraverso il centro della gola e genera una cascata di oltre 100 metri d’altezza con una profonda piscina alla base circondata da cenge ombrose e alte pareti di roccia. Difficoltà: la visita delle cascate Bell è una facile camminata dal parcheggio lungo un sentiero progressivamente in discesa. Per arrivare all’acqua per una nuotata richiede l’attraversamento del fiume in cima alla cascata (saltellando sulle rocce) seguito da un’arrampicata relativamente ripida in discesa di 20 minuti circa – sono presenti dei segnali di guida lungo la via per passare all’altra sponda del fiume e scendere all’acqua. Lennard Gorge - Il Lennard River è stato scoperto da Alexander Forrest nel 1879 e battezzato così dal nome della sua compagna, Amy Barret Lennard. Il fiume scorre al centro di questa spettacolare e stretta gola, dopo un salto di 30 metri in una profondissima e ampia cavità con un bacino d’acqua alla base di alte e ripide pareti rocciose molto antiche. La sorgente è coperta dalle pareti del dirupo tutto il giorno. Difficoltà: Per visitare la gola si cammina dal parcheggio per 30 minuti. Il sentiero roccioso è piuttosto lungo e irregolare per la cima delle pareti, camminando sia in salita che in discesa (meglio affrontare il percorso la mattina presto quando l’aria è più fresca). Per arrivare fino alla sorgente per una nuotata, la arrampicata in discesa per 15 minuti è davvero molto ripida. Se non riuscite a scendere fino alla sorgente, le pozze d’acqua del fiume sopra le cascate sono un buon posto per fare il bagno. Adcock Gorge -Il torrente Adcock passa attraverso questa gola che è stata chiamata così da un vecchio commerciante di Derby. Si tratta di una gola molto piacevole alla vista con pareti di granito e profondi corsi d’acqua che si ramificano. Dopo una breve camminata si arriva a un punto cieco sul fiume dove si incontra una cascata d’acqua che scende da una ripida parete di roccia che curva in un’ampia piscina. Sul lato meridionale della parete rocciosa sono presenti delle pitture rupestri. Difficoltà: Camminate verso la piscina d’acqua principale su un sentiero facile e pianeggiante della durata di 15 minuti. Si incontra una leggera salita per 5 metri in una parte del sentiero. Il percorso termina alla base della piscina con la cascata. Galvan Gorge - una lunga e profonda piscina d’acqua alla base delle ripide pareti di roccia con una cascata. La pozza è facilmente accessibile se si vuole fare una nuotata- il sentiero conduce direttamente alla bocca della piscina d’acqua. Difficoltà: un facile sentiero pianeggiante della durata di 15 minuti passa attraverso una landa di arbusti, rocce di granito sporgenti e canali d’acqua ramificati. Manning Gorge - spiagge di sabbia bianca con canali d’acqua costeggiati da piante di pandanus si aprono in un’ampia piscina dopo una breve camminata dal campeggio. Per arrivare alla gola bisogna attraversare prima il fiume e poi seguire un sentiero fino alla cima del dirupo. È presente una cascata con una profonda e ampia piscina circondata da pareti di granito e rocce sporgenti. DIFFICOLTA’: si cammina verso la spiaggia principale e la pozza d’acqua dal parcheggio lungo un sentiero davvero semplice (2 minuti di camminata). Si sale il sentiero fino alla cima della gola e per la cascata è una facile passeggiata (3 ore e mezzo per il ritorno). Mt Barnett Gorge - un fiume ampio e profondo circondato da spettacolari pilastri che sporgono dalle pareti di arenaria, con una lussureggiante vegetazione composta da palme di pandanus e piante di malaleuca. Sopra il fiume ci sono alcune cascate e pozze d’acqua fra le rocce. Difficoltà: una facile camminata di 15 minuti lungo un sentiero pianeggiante parte dal parcheggio una oltrepassando le rocce sporgenti, la vegetazione lungo il fiume e la pianura costellata di arbusti e spinifex. Questo sentiero principale termina alla bocca del burrone, con una vista spettacolare sulle cascate in lontananza e le pareti di arenaria. Potete tuffarvi qui per una nuotata, ma l’acqua è profonda. i bushwalker più esperti possono arrampicarsi attraverso le cime delle pareti di arenaria, per un bagno sulla sommità delle cascate, dove si formano le pozze d’acqua fra le rocce. Si consiglia di effettuare quest’escursione di primo mattino prima che faccia troppo caldo.

Partenza mattutina con sosta a Derby per fare rifornimento ed uno stop.
Da dopo Derby il famoso Baobab Prison Tree e quindi inizia la Gibb River Road vera e propria.
La deviazione per Bell Gorge è di circa 15/20 km.
Campi semipermanenti con servizi, caravan park oppure bungalow (o delux safari tent pavimentate) disponibili in zona:
Bell Gorge Wilderness Lodge (prima colazione e cena incluse).
Oppure possibilità di dormire a mt Hart Homestead (deviazione prima di Bell Gorge) con prima colazione e cena incluse.

Disbrigo delle formalità di noleggio e ritiro della vettura.

2° giorno

Bell Gorge /Galvans Gorge /Manning Gorge/Mt Elizabet Station (B/-/D)

Km indicativi: 160
Pista sterrata.
Grazie ai pochi Km a da percorrere tempo per esplorare i gorge senza problemi.
Pernottamento a Mout Elisabeth Station (prima colazione e cena incluse)

Gibb River Road E’ la pista più panoramica, affascinante ed a volte avventurosa del Kimberley nel Western Australia. 650 km (di cui solo 29 asfaltati), che collegano Derby a Kununurra attraversando i King Leopold Ranges ed il Barnett Range. Famoso l’ attraversamento del Pentecost River e spettacolari i suoi canyon ricchi di cascate, strette gole e polle d’acqua. Il periodo migliore dell’ anno va da Aprile/Maggio sino a Ottobre al massimo a seconda delle condizioni meteo stagionali. Le sistemazioni lungo il percorso sono minime ed ambitissime; si tratta delle Outback Station ovvero i grandi ranch australiani dell’ Outback. La pianificazione di un viaggio lungo le piste del Kimberley va fatta con grande anticipo, non mono di 6 mesi a causa della disponibilità minima delle disponibilità sia per i pernottamenti che per i mezzi di trasposto.
Opzioni di viaggio - Itinerario in auto: sono necessari veicoli fuoristrada. Ricordarsi che le stazioni di servizio sono poche e quindi bisogna sempre approvvigionarsi di carburante. Veicolo tipo Toyota Landcruiser con prenotazione anticipata delle outback station per i pernottamenti. Veicolo tipo bushcamper (o con aircamping) che prevede maggiore indipendenza e pernottamento nelle aree di campeggio dei parchi e delle outback station. In entrambi i casi si consiglia la presa ed il rilascio del mezzo nello stesso luogo (Broome) in modo da evitare le costose tasse di riposizionamento del veicolo (one way fee) e visitare in modo completo questa area magnifica.Itinerario accompagnato: Esistono diverse possibilità di viaggi in pullman fuoristrada sia con pernottamento in campi tendati di lusso che in campi tendati standard. Il numero massimo di passeggeri è in genere di 16 per viaggio. Anche in questo caso è necessaria la prenotazione con grande anticipo.
Luoghi da visitare: Bell Gorge- Il Bell Gorge, Mt Hart e Lennard gorge, sono tutte attrazioni scenografiche situate nella riserva del King Leopold Range. Bell Gorge, è stato inizialmente scoperto da Frank Hann nel 1898 e così chiamato dal nome del dottore di Derby. Il torrente Bell scorre attraverso il centro della gola e genera una cascata di oltre 100 metri d’altezza con una profonda piscina alla base circondata da cenge ombrose e alte pareti di roccia. Difficoltà: la visita delle cascate Bell è una facile camminata dal parcheggio lungo un sentiero progressivamente in discesa. Per arrivare all’acqua per una nuotata richiede l’attraversamento del fiume in cima alla cascata (saltellando sulle rocce) seguito da un’arrampicata relativamente ripida in discesa di 20 minuti circa – sono presenti dei segnali di guida lungo la via per passare all’altra sponda del fiume e scendere all’acqua. Lennard Gorge - Il Lennard River è stato scoperto da Alexander Forrest nel 1879 e battezzato così dal nome della sua compagna, Amy Barret Lennard. Il fiume scorre al centro di questa spettacolare e stretta gola, dopo un salto di 30 metri in una profondissima e ampia cavità con un bacino d’acqua alla base di alte e ripide pareti rocciose molto antiche. La sorgente è coperta dalle pareti del dirupo tutto il giorno. Difficoltà: Per visitare la gola si cammina dal parcheggio per 30 minuti. Il sentiero roccioso è piuttosto lungo e irregolare per la cima delle pareti, camminando sia in salita che in discesa (meglio affrontare il percorso la mattina presto quando l’aria è più fresca). Per arrivare fino alla sorgente per una nuotata, la arrampicata in discesa per 15 minuti è davvero molto ripida. Se non riuscite a scendere fino alla sorgente, le pozze d’acqua del fiume sopra le cascate sono un buon posto per fare il bagno. Adcock Gorge -Il torrente Adcock passa attraverso questa gola che è stata chiamata così da un vecchio commerciante di Derby. Si tratta di una gola molto piacevole alla vista con pareti di granito e profondi corsi d’acqua che si ramificano. Dopo una breve camminata si arriva a un punto cieco sul fiume dove si incontra una cascata d’acqua che scende da una ripida parete di roccia che curva in un’ampia piscina. Sul lato meridionale della parete rocciosa sono presenti delle pitture rupestri. Difficoltà: Camminate verso la piscina d’acqua principale su un sentiero facile e pianeggiante della durata di 15 minuti. Si incontra una leggera salita per 5 metri in una parte del sentiero. Il percorso termina alla base della piscina con la cascata. Galvan Gorge - una lunga e profonda piscina d’acqua alla base delle ripide pareti di roccia con una cascata. La pozza è facilmente accessibile se si vuole fare una nuotata- il sentiero conduce direttamente alla bocca della piscina d’acqua. Difficoltà: un facile sentiero pianeggiante della durata di 15 minuti passa attraverso una landa di arbusti, rocce di granito sporgenti e canali d’acqua ramificati. Manning Gorge - spiagge di sabbia bianca con canali d’acqua costeggiati da piante di pandanus si aprono in un’ampia piscina dopo una breve camminata dal campeggio. Per arrivare alla gola bisogna attraversare prima il fiume e poi seguire un sentiero fino alla cima del dirupo. È presente una cascata con una profonda e ampia piscina circondata da pareti di granito e rocce sporgenti. DIFFICOLTA’: si cammina verso la spiaggia principale e la pozza d’acqua dal parcheggio lungo un sentiero davvero semplice (2 minuti di camminata). Si sale il sentiero fino alla cima della gola e per la cascata è una facile passeggiata (3 ore e mezzo per il ritorno). Mt Barnett Gorge - un fiume ampio e profondo circondato da spettacolari pilastri che sporgono dalle pareti di arenaria, con una lussureggiante vegetazione composta da palme di pandanus e piante di malaleuca. Sopra il fiume ci sono alcune cascate e pozze d’acqua fra le rocce. Difficoltà: una facile camminata di 15 minuti lungo un sentiero pianeggiante parte dal parcheggio una oltrepassando le rocce sporgenti, la vegetazione lungo il fiume e la pianura costellata di arbusti e spinifex. Questo sentiero principale termina alla bocca del burrone, con una vista

3° giorno

Manning Gorge/El Questro Wilderness Park (B/-/-)

Km indicativi: 350
Pista sterrata.
Potete fare rifornimento a Mt Barnett Road House.
Proseguite sino allo spettacolare Pentecost River Crossing con i panorami mozzafiato dei Cockburn Ranges.
Quindi si raggiunge una delle 3 location di El Questro Wilderness Camp:
Emma Gorge Camp, The Station o per chi desidera fare due notti in un luogo magico la lussuosa Homstead di El Questro.

4° giorno

El Questro Wilderness Park

Giornata a disposizione per esplorare questa zona magnifica.
Possibilità di fare rifornimento a The Station.

El Questro Wilderness Park: Si trova a circa 100 km da Kununurra giusto all’inizio delle Gibb River Road, laddove il Pentecost River forma grandi anse ed attraversa larghi e gorges, si trova l’outback station di El Questro. Oltre un milione di acri che rappresentano una delle ultime frontiere della natura selvaggia ed incontaminata. Vi sono grandi estensioni dedicate all’ allevamento dei bovini che si alternano a spettacolari aree selvagge. L’ originale Homested di El Questro da anni offre ai viaggiatori la possibilità di soggiornare sia nella lussuosa proprietà a picco sul fantastico gorge di Chamberlain che nell’ attrezzato campeggio di Emma Gorge con tende sopraelevate e servizi privati, che nei deliziosi chalet un tempo quartieri dei mandriani di The Station. Da El Questro possibile effettuare passeggiate ed escursioni per esplorare i dintorni con luoghi affascinati come Emma Gorge, Chamberlain Gorge, Zebedee Thermal Springs; effettuare voli panoramici con l'elicottero della Outback Station, dedicarsi alla pesca del fantastico barramundi od approfittare delle attività organizzate dai rangers del parco.

5° giorno

El Questro Wilderness Park / Bungle Bungle National Park (-/-/D)

Km indicativi: 350
Strada asfaltata ma gli ultimi 50 km dalla deviazione della Great Northern Higway sono abbastanza difficoltosi e da affrontare con calma.
Nel Purnululu National Park (Bungle Bungle) per pernottare: , Bungle Bungle Savannah Lodge, e Bungle Bungle Wilderness Lodge.
Sono piccoli ed hanno quasi tutti anche bungalow (o delux safari tent pavimentate).
Incluse prima colazione e cena.

6° giorno

Bungle Bungle National Park (B/-/D)

Giornata a disposizione per esplorare questo luogo magnifico ed unico nel suo genere.
Disponibili anche sorvoli panoramici od escursioni con guide locali generalmente aborigene.

Bungle Bungle L’imponente catena delle Bungle Bungle Ranges nel Purnululu National Park, inserito tra i Patrimoni dell’Umanità, rimase un segreto per il mondo fino al 1983.
Queste formazioni rocciose risalgono a 350 milioni di anni fa e sono venerate dai loro custodi aborigeni da 40.000 anni. Oggi questo labirinto di cupole di arenaria a strisce nere e arancio, spesso paragonate a enormi alveari, è una delle attrazioni più amate del Kimberley.
Le sue torri ad alveare svettano per centinaia di metri al limitare della catena, celando gole cavernose e piscine naturali bordate di palme. Salite su un elicottero per sorvolare queste incredibili formazioni di arenaria, che si ritiene si formarono 350 milioni di anni fa dai sedimenti di un antico letto fluviale. Le strisce uniche, arancioni, grigie e nere sono create dall’alternanza di fasce di sedimenti con differente contenuto di argilla.
Nella parte sud del parco potrete inoltre passeggiare nell’enorme Cathedral Gorge, nota per l’incredibile acustica naturale. Imboccate il suggestivo sentiero che porta a Piccaninny Creek. Nella parte nord di Purnululu le gole, decisamente più strette, offrono un’esperienza completamente diversa. Un’agevole passeggiata di 2 km vi condurrà all’Echidna Chasm, dove potrete scrutare dal basso le suggestive pareti di roccia che vi sovrasteranno per cento metri su entrambi i lati. Oppure percorrete i 5 km di andata e ritorno fino a Mini Palms Gorge, dove troverete un gruppo di esili palme di Livingstonia e una tradizionale caverna della fertilità aborigena.
Belvedere di Picanninny Creek
L'itinerario e di 2,8 km a/r dall' area di sosta di Piccaninny Creek è per ammirare una splendida vista sugli outlier di Bungle Bungle Range mentre il Piccaninny Creek si snoda verso il fiume Ord.
L' area di sosta Piccaninny Creek ha servizi igienici, rifugi all'ombra e tavoli da picnic.
Per gli amanti del trekking:
Piccaninny Gorge non ha una pista contrassegnata o un endpoint definito, quindi gli escursionisti devono fare affidamento sulle proprie capacità di orientamento per completare la camminata. Il percorso a/r di 7 km a piedi all'ingresso della gola (il gomito) dura un'intera giornata. Per esplorare l'intero sistema delle gole, per un totale di oltre 30 km, gli escursionisti devono accamparsi per almeno una notte. La pista è moderatamente facile fino all'entrata della gola. Diventa quindi moderatamente difficile nella gola stessa.

7° giorno

Bungle Bungle National Park /Halls Creek/Fitzroy Crossing (B/-/-)

Km indicativi: 460
Giornata lunga con partenza mattutina.
Prima parte pista per 50 km
Seconda parte strada asfaltata sino a Fitzroy Crossing ma consiglio la piccola deviazione per Caroline Pool, China walls ed Old Halls Creek.
Per chi volesse proseguire per Darwin via Katherine/Kakadu o per Alice Springs, da Halls Creek possibili due itinerari sempre in fuoristrada; quotazioni ed itinerari a richiesta.
Pernottamwnto consigliato a Fitzroy Crossing attrezzato con un piccolo motel/lodge e caravanpark.

Fitzroy Crossing Fitzroy Crossing a circa 300 km da Broome offre la possibilità di pernottare presso il comodo motel/caravanpark ed effettuare le escursioni al Geikie Gorge, a Tunnel Creek e Windjana Gorge.
Attività in loco
Geikie Gorge: Una primizia dal periodo devoniano. Questa gola è stata scavata dal Fitzroy River attraverso la roccia calcarea della maestosa barriera corallina del periodo devoniano (350 milioni di anni or sono) che, come un serpente, si snoda attraverso gran parte del Kimberley e, in alcune zone, come questa, affiora oggi maestosa. Il Fitzroy river scorre maestoso attraverso gli scenari della gola a tratti molto ampia ed e possibile esplorarla con minicrociere guidate.
Le escursioni operano solo da Maggio ad Ottobre e ci danno la possibilità di apprendere molto sulla flora, la fauna e la storia geologica di questa area, facile osservare aquile di mare dalla testa bianca, volpi volanti, parrottini incoronati dalla cresta viola. L’ente parchi organizza crociere panoramiche da maggio ad ottobre la cui frequenza varia da mese a mese. Molto bella la crociera culturale organizzata dagli aborigeni Bunuba tradizionali possessori del territorio. Difficoltà: nessuna.

Danngku Heritage Cruises (Fitzroy Crossing)
Punti salienti: Visita dei luoghi sacri e storici degli Aborigeni accompagnati da una guida Aborigena locale - Comprensione della storia della creazione (Dreamtime) del luogo -spiegazione dei modi tradizionali di caccia e raccolta del cibo (hunting / gathering) nella zona del Geike Gorge (Danggu) ed attorno a Fitzroy Crossing. Il tour opera con un minimo di 6 partecipanti.

Bungolee Tours (Fitzroy Crossing)
Per chi desidera un’ esperienza compete sulla cultura Aborigena e magari desidera trascorrere due giorni in loco Bungolee Tours è l’operatore perfetto. Andrew Dillon è la vostra guida Bunuba e grande anfitrione. I tours operano il martedì. Mercoledì e giovedì ed includono un Pernottamento al campo base di Biridu .
Punti salienti: Apprendere la storia degli aborigeni Bunuba, e della locale storia della Creazione (Dreamtime) - visite dei luoghi sacri e storici, dimostrazioni di pittura del corpo - Visita di zone ricche di pitture rupestri - Infine ascoltare le storia attorno al fuoco sotto le stelle australiane.

8° giorno

Fitzroy Crossing/Tunnel Creek/ Windjana Gorge/Derby

Km indicativi: 320
Tipo di strada Pista.
Oggi potete dedicarvi al Geikie Gorge (tempo permettendo) e quindi proseguire per Tunnel Creek e Windjana Gorge.
Pernottamento a Derby in motel.

Windjana Gorge Formatasi 350 milioni di anni fa durante il Devoniano – durante questo periodo il mare ricopriva quest’area la sua barriera corallina lunga 1000 km, divenne alla fine la catena montuosa del Napier Range.
Il Gorge di Windjana è stato scavato attraverso la catena Napier Range, milioni di anni fa dal fiume Lennard. Originariamente venne chiamato "Il Passo del Diavolo" (durante la spedizione di Forrest attraverso il Kimberley nel 1883) a causa delle Difficoltà che il gruppo incontrò nella traversata. Il nome attuale sembra derivare da un’alterazione della parola “wandjina” (spirito creatore aborigeno responsabile della stagione delle piogge). La gola Windjana è lunga 3,5 km ed ha una profondità di 80 metri. Il fiume Lennard scorre lungo il centro della gola, circondato da scoscese pareti rocciose risalenti al Devoniano e un’ampia varietà di vegetazione che include gli alberi Coolamon, Leichardt Pine, ficus, piante di melaleuca e grevillea. Spesso si possono notare i coccodrilli di acqua dolce che si rilassano sui banchi di sabbia (specialmente negli ultimi mesi della stagione asciutta che vanno da Agosto a Novembre nei dintorni di Bandigan Rock). Tracce di antichi fossili marini e vari sedimenti sono visibili sulle pareti del dirupo (‘Time Walk’ trail). Altri due itinerari tematici per chi si ferma anche per la notte sono il Gorge Walk’ trail attraverso il gorge in tutto 7 km a/r ed il ‘Savannah Walk’ trail molto più breve e che mostra soprattutto la flora locale. Vi è un camping semi attrezzato (con BBQ , docce e servizi), particolarmente adatto per chi esplora il Kimberley in bushcamper. Difficoltà: Facile – 10 minuti di camminata nella gola con la vista delle pareti rocciose, dei fossili, del fiume e dei coccodrilli. Si sconsiglia di nuotare o bagnarsi nelle acque, per la presenza dei coccodrilli.

9° giorno

Derby/Cape Leveque

Km indicativi: 390 via Roebuck e Broome Cape Leveque Road
Alternativa avventurosa Km 260 con la pista che dalla Kimberley Colourstone porta alla T junction per Cape Leveque (possiamo fornire la mappa ma dovrete chiedere se la pista è transitabile).
Nel primo caso procedete verso Roebuck in direzione di Broome e da qui prendete la rossa pista che viene chiamata Cape Leveque Road.
In qualsiasi caso consiglio una partenza mattutina da Derby.
Pernottamento al Koliajiman Lodge in delux safari tent (tende pavimentate a palaffita con vista spettacolare)

Derby Per la maggior parte dei viaggiatori , Derby è l'inizio / la fine della loro avventura sulla Gibb River Road. Anche i viaggiatori che non intendono percorrere l'intera Gibb River Road si fermano spesso a Derby. Quindi viaggiano lungo il primo tratto ben tenuto della Gibb River Road prima di svoltare a destra, e raggiungere i parchi nazionali Windjana Gorge e Tunnel Creek .
Nelle vicinanze di Derby si torva il famigerato Boab Prison Tree ovvero un enorme baobab ultracentenario usato nel passato dai colonizzatori per rinchiudere gli aborigeni.
Derby è punto di accesso all’ Arcipelago di Buccaneer, un gruppo di 800/ 1000 isole tra le più remote del mondo. Questo è anche il luogo in cui si trovano le cascate orizzontali, un fenomeno creato dalle enormi maree che si precipitano attraverso stretti spazi tra le isole.

10° giorno

Giornata dedicata al relax mare ma anche alle attività esplorative della zona che è magnifica.
Se avete tempo a disposizione si consiglia di aggiungere una notte extra a Cape Leveque.

Cape Leveque Cape Leveque: solo 4 ore di fuoristrada su una spettacolare pista di terra rossa a volte sabbiosa separano Broome da Cape Leveque(questa pista verrà gradualmente asfaltata i lavori sono inicziati nel 2018 e verranno terminati in circa 4 anni), un luogo assolutamente unico ove il blu del mare lambisce il bianco della spiaggia che si stempera nel rosso delle dune e da qui al verde della foresta. Dunque benvenuti a Cape Leveque nella penisola di Dampier luogo originale della popolazione aborigena dei Bardi. Unico luogo ove pernottare è il lodge di Kooljaman in confortevoli safari tent sopralevate o nei più tradizionali e spartani beach – huts. Possibile anche utilizzare lo spazio adibito al campeggio con o senza campervan. Un soggiorno anche breve di due giorni a Cape Leveque vi darà la possibilità di vivere una esperienza memorabile immersi nella natura, esplorando spiagge incontaminate e spettacolari oppure godendo di belle avventure escursionistiche in compagnia di Brian Lee o Bundy, impareggiabili guide aborigene e grandi conoscitori del loro territorio.

Da visitare tra Broome e Cape Leveque:
Beagle Bay è la prima comunità aborigena che si incontra. Non ci sono alloggi qui, ma vale la pena sostare per dare un'occhiata alla famosa Chiesa del Sacro Cuore e al suo bellissimo altare decorato con conchiglie di madreperla.

Middle Lagoon è una tranquilla località popolare tra i locali. Grande pesca, una laguna poco profonda sicura per nuotare, accamparsi, rifugi sulla spiaggia, casette di legno autonome ventilate ... È un posto meraviglioso. Alcuni viaggiatori lo preferiscono persino a Kooljaman.

One Arm Point (noto anche come Ardyaloon) è a pochi chilometri oltre Kooljaman ed è anche un ottimo posto dove fermarsi. Possibile visitare il vivaio di acquacoltura che alleva conchiglie trochus, oppure puoi prendere ad escursioni in barca o ai tour di pesca offerti.

Lombadina è un'altra comunità aborigena (Bardi). Questa è stata la prima comunità della penisola a dedicarsi al turismo, oltre 15 anni fa. Le loro sistemazioni sono semplici ed i tour con le guide aborigene ben collaudati, la spiaggia potrebbe essere la più bella dell'intera penisola.
I Bardi sono gli Aborigeni del mare e sono i proprietari tradizionali di questa zona che include Lombadina e naturalmente Cape Leveque con il Kooljaman Lodge/ Resort
L'oceano è stato fondamentale nelle vite del popolo Bard per molte migliaia di anni sia come fonte di cibo che di significato spirituale. La prova del loro legame al mare si trova nelle opere d'arte tradizionali che utilizzano conchiglie e perle. Il loro legame con l'oceano ha plasmato la cultura Bard su molti livelli tra cui folklore, divertimento, alimentazione ed attività economica. Lombadina offre ai visitatori l'opportunità unica di sperimentare il loro stile di vita locale e tradizionale attraverso le loro attività escursionistiche/culturali.

11° giorno

Cape Leveque/Broome

Km indicativi: 220
Tipo di strada: pista rossa.
Oggi in giornata rientro a Broome.

Da visitare tra Broome e Cape Leveque:
Beagle Bay è la prima comunità aborigena che si incontra. Non ci sono alloggi qui, ma vale la pena sostare per dare un'occhiata alla famosa Chiesa del Sacro Cuore e al suo bellissimo altare decorato con conchiglie di madreperla.

Middle Lagoon è una tranquilla località popolare tra i locali. Grande pesca, una laguna poco profonda sicura per nuotare, accamparsi, rifugi sulla spiaggia, casette di legno autonome ventilate ... È un posto meraviglioso. Alcuni viaggiatori lo preferiscono persino a Kooljaman.

Lombadina è un'altra comunità aborigena (Bardi) ben nota più a nord. Questa è stata la prima comunità della penisola a dedicarsi al turismo, oltre 15 anni fa. Le loro sistemazioni sono semplici ed i tour con le guide aborigene ben collaudati, la spiaggia potrebbe essere la più bella dell'intera penisola.
I Bardi sono gli Aborigeni del mare e sono i proprietari tradizionali di questa zona che include Lombadina e naturalmente Cape Leveque con il Kooljaman Lodge/ Resort
L'oceano è stato fondamentale nelle vite del popolo Bard per molte migliaia di anni sia come fonte di cibo che di significato spirituale. La prova del loro legame al mare si trova nelle opere d'arte tradizionali che utilizzano conchiglie e perle. Il loro legame con l'oceano ha plasmato la cultura Bard su molti livelli tra cui folklore, divertimento, alimentazione ed attività economica. Lombadina offre ai visitatori l'opportunità unica di sperimentare il loro stile di vita locale e tradizionale attraverso le loro attività escursionistiche/culturali.

One Arm Point (noto anche come Ardyaloon) è a pochi chilometri oltre Kooljaman ed è anche un ottimo posto dove fermarsi. Possibile visitare il vivaio di acquacoltura che alleva conchiglie trochus, oppure puoi prendere ad escursioni in barca o ai tour di pesca offerti.Riconsegna dell'auto presso il deposito.

Quote per persona, a partire da:

PartenzaDoppia
Dal 1 Aprile 2021 al 31 Marzo 2022€ 1.970

Note

Possibile anche la soluzione in bushcamper per un viaggio in libertà quotazioni a richesta
Richiedete il preventivo dettagliato con le indicazioni dei lodge/motel ed un preventivo aggiornato.
Cambio applicato: in data 25 agosto 2020
La quotazione è indicativa e soggetta a variazioni stagionali ed alle tariffe tipo dynamic rates.


La quota comprende

  • Noleggio vettura fuoristrada Redsands o altra disponibile Hertz ed Avis (le condizioni variano a seconda del noleggiatore)
  • Tutti i pernottamenti lungo il percorso in lodge e motel
  • Pasti inclusi come da indicazioni (B/L/D)

La quota non comprende

  • Mance, bevande, extra di carattere personale quanto non indicato in include od altrove nel programma.
  • Assicurazioni supplementare excess zero (prenotabile in loco o possibile inserirla in anticipo quotazione a richiesta)
australia

L’Australia è abitata da circa 42.000 – 48.000 anni, da quando cioè i progenitori degli attuali aborigeni australiani arrivarono dall’odierno sud-est asiatico attraversando il mare, favorite anche del più basso livello delle acque e servendosi poi delle più antiche tecniche di pesca, caccia e raccolta per sopravvivere. Questa terra rimase però inesplorata dagli europei fino […]

australia

L’Australia è bagnata a nord dal mare degli Arafura, a nord-est dal mar dei Coralli, a sud-est dal mar di Tasman, a sud dall’oceano Indiano e a a nord-ovest dal mar di Timor. Essendo completamente circondata dal mare, non confina direttamente con altri stati. Quelli più vicini sono la Nuova Zelanda a sud-est; l’Indonesia, Papua […]

australia

Essendo l’Australia situata nell’emisfero sud, le stagioni sono invertite rispetto all’Europa: la primavera/estate corrisponde ai mesi da novembre a marzo, l’autunno/inverno va da aprile a ottobre. Nelle zone desertiche centrali si riscontra una forte escursione termica, mentre le regioni del nord (Darwin e il Western Australia) godono di un clima tropicale con temperature piuttosto alte […]

L’Australia è una federazione di sei Stati e diversi Territori, oltre al Distretto dove si trova la capitale Camberra. La Nuova Zelanda è invece uno Stato unitario. Gli Stati federali sono: Australia Meridionale; Australia Occidentale; Nuovo Galles del Sud; Queensland; Tasmania; Victoria. I due territori principali sono: l’Australian Capital Territory Territorio del Nord. L’Australia ha […]

L’Australia è uno dei paesi meno popolati della Terra: i suoi 20 milioni circa di abitanti coprono una superficie pari quasi a quella degli USA e la densità media è di soli 2 abitanti per chilometro quadrato. La popolazione si distribuisce in modo molto eterogeneo, concentrandosi lungo la costa sud-orientale e all’estremo sud di quella […]

Le arti e le attività culturali australiane riflettono la miscela unica di differenti culture, nuove influenze e antiche tradizioni che caratterizza la nazione. Esse sono il frutto di una terra che ospita sia le più antiche tradizioni culturali che ci sono giunte senza soluzione di continuità, sia una ricca mescolanza di culture portate dagli emigranti. […]

Australia

Le arti e le attività culturali australiane riflettono la miscela unica di differenti culture, nuove influenze e antiche tradizioni che caratterizza la nazione. Esse sono il frutto di una terra che ospita sia le più antiche tradizioni culturali che ci sono giunte senza soluzione di continuità, sia una ricca mescolanza di culture portate dagli emigranti. […]

australia

Le festività australiane sono legate alla cristianità; tra le feste pubbliche segnaliamo Capodanno, 1° gennaio; la Festa del Lavoro, in una data non fissa perchè cambia tra le varie regioni; la Festa Nazionale, 26 gennaio; Anzac Day, 25 aprile. Si celebra poi una festa chiamata Festa del Mondo, in cui ogni anno viene festeggiato un […]

I primi coloni furono inglesi, per cui la cucina australiana ha una tradizione anglosassone. Una specialità famosa sono le “meat pies” piccoli pasticci di carne usati come snack. Ancora più tipica è la “vegemite”, una sorta di scuro pâté di estratto di lievito: gli australiani la spalmano sul pane e ne sono praticamente dipendenti. Si […]

australia

Il Paese è raggiungibile da tutte le parti del mondo. Dall’Italia non esiste il volo diretto, considerata la lunga distanza. Data la vastità del territorio australiano, gli spostamenti aerei interni rappresentano un ottimo mezzo di trasporto, soprattutto per chi non dispone di molto tempo. Le maggiori compagnie aeree locali sono il Qantas e la Ansett […]

Visto d’ingresso (necessario): Il visto turistico “elettronico” (ETA) ha una validità di 90 giorni ed è rilasciato contestualmente all’emissione del biglietto aereo. I cittadini italiani hanno inoltre la possibilità di ottenere un visto per vacanze-lavoro della durata di sei mesi (per informazioni relative al visto “vacanza-lavoro” rivolgersi direttamente all’Ambasciata d’Australia a Roma o al Consolato […]

Situazione sanitaria: L’assistenza sanitaria è di ottimo livello nelle aree urbane. Nelle aree rurali e in quelle più remote, invece, vi è scarsità di personale sanitario e le strutture ospedaliere sono poco affidabili. Vige tra l’Italia e l’Australia un accordo in materia di assistenza sanitaria che consente ai turisti italiani di beneficiare dell’assistenza sanitaria di […]

Australia

Viaggiatori con animali: L’importazione di cani e gatti dall’Italia è consentita a determinate condizioni: devono portare una micro piastrina; devono essere stati vaccinati contro la rabbia nei 12 mesi antecedenti la data di importazione ed essere stati sottoposti al test antirabbico almeno 150 giorni prima della data di arrivo. In assenza di queste condizioni saranno […]

Ambasciata d’Italia a Canberra 12 Grey Street, Deakin – CANBERRA – ACT – 2600 Tel. (+61 2) 6273 3333 Fax. (+61 2) 6273 4223 Soccorso stradale Tel. 131.111

Al di là degli ovvi condizionamenti dovuti al clima, è diffuso in Australia l’abbigliamento casual. Tuttavia in alcuni locali sono obbligatorie per gli uomini la giacca e la cravatta, in particolare la sera. Inoltre si tenga presente che nei locali è diffusa l’aria condizionata. Per chi sceglie un tour si consiglia un abbigliamento pratico e […]

honeymooners

Inno nazionale: Advance Australia Fair Festa nazionale: 26 gennaio Coccodrilli L’Australia tropicale ha la maggior densità di coccodrilli al mondo. Esistono due grandi specie: i coccodrilli d’acqua dolce (soprannominati “sweetie”) che sono più piccoli e tranquilli, e i coccodrilli d’estuario (“saltie”) che si spostano anche sulla costa e sono estremamente pericolosi. Orario negozi in tutte […]

Australia

I produttori e attori cinematografici australiani continuano a spostarsi regolarmente fra l’Australia e l’estero per lavorare. Il film Master and Commander del regista di Sydney Peter Weir – uno spettacolare adattamento dei romanzi di avventure marinare di Patrick O’Brian – è stato uno dei grandi successi internazionali del 2004. Attori come Nicole Kidman, Geoffrey Rush. […]

La fama dell’Australia di paese vivace e individualista trova conferma nella moda australiana – una miscela ricca e variopinta di stili esuberanti. Cominciamo con la sorprendente fusione di culture prodotta dall’estetica di Akira Isogawa. E’ chiaro che questo stilista è dotato di un raro romanticismo intrecciato con un filo delicato alla sua cultura nativa giapponese. […]

australia

Sidney Sydney è una delle icone d’Australia, luminosa e vitale, offre bellezze naturali incomparabili, come la sua baia e le moltissime spiagge come Mainly o Bondy, zone storiche e centri commerciali, teatri, spettacoli culturali di ogni tipo e uno splendido giardino botanico. Per conoscere Sydney si parte dalla famosa Opera House, passeggiando lungo la baia sino […]


Cerca l'agenzia più vicina a te

Altri viaggi che potrebbero interessarti
Articoli che potrebbero piacerti

La Nuova Caledonia diventerà uno stato indipendente o continuerà ad essere soggetta alla Francia?

Sidney, città simbolo dell’Australia. Scopriamola insieme!

Non perderti le nostre offerte!

Espressione del consenso al trattamento dei dati personali: Procedendo con la compilazione e con l'invio di questo modulo, Lei acconsente al trattamento dei dati personali da Lei forniti per la finalità e nei limiti indicati nell'informativa privacy del sito, ai sensi e per gli effetti del Regolamento (UE) 2016/679 (GDPR).

Go Australia S.r.l.
via Canale, 22 - 60125 Ancona
P.IVA, CF 02116980422 R.E.A. AN 162472
Capitale Sociale € 30.000
Premio Turismo responsabile Italiano 2011
Continua a seguirci su