https://www.goaustralia.it?p=30120
per informazioni: Go Australia S.r.l.
via Canale, 22 - 60125 Ancona
Tel. 071 2089301 - [email protected]

Per chi desidera godere appieno delle bellezze del Western Australia, viaggiare in libertà attraverso spazi infiniti, questo è il programma di viaggio che fa per voi.
Naturalmente è solo un suggerimento e potremo allungarlo aumentando magari le soste di una notte in qualcuno dei luoghi lungo il percorso.
L’itinerario vi permette di esplorare il west Kimberley prima di iniziare la traversata da Nord a Sud dello stato del Western Australia tra Outback e costa tra deserto e barriere coralline.

Highlight:
Cape Leveque
Karijini
Australia’s Coral Coast
Ningaloo Reef
Eco Beach (se avete tempo aggiungere una notte)
Coral bay
Monkey Mia ed i delfini
Il maestoso Pilbara
Il deserto dei pinnacoli.

1° giorno

Broome / Cape Leveque

Km indicativi: 220
Tipo di strada: pista rossa nella seconda parte ed asfaltata nella parte finale (i lavori per asfaltare la strada sono iniziati nel 2018 e dovrebbero finire entro 4 anni). Comunque sia occorre ancora il fuoristrada per raggiungere Cape Leveque, sopratutto se si desidera poi esplorare le zone circostanti.

Cape Leveque Cape Leveque: solo 4 ore di fuoristrada su una spettacolare pista di terra rossa a volte sabbiosa separano Broome da Cape Leveque(questa pista verrà gradualmente asfaltata i lavori sono inicziati nel 2018 e verranno terminati in circa 4 anni), un luogo assolutamente unico ove il blu del mare lambisce il bianco della spiaggia che si stempera nel rosso delle dune e da qui al verde della foresta. Dunque benvenuti a Cape Leveque nella penisola di Dampier luogo originale della popolazione aborigena dei Bardi. Unico luogo ove pernottare è il lodge di Kooljaman in confortevoli safari tent sopralevate o nei più tradizionali e spartani beach – huts. Possibile anche utilizzare lo spazio adibito al campeggio con o senza campervan. Un soggiorno anche breve di due giorni a Cape Leveque vi darà la possibilità di vivere una esperienza memorabile immersi nella natura, esplorando spiagge incontaminate e spettacolari oppure godendo di belle avventure escursionistiche in compagnia di Brian Lee o Bundy, impareggiabili guide aborigene e grandi conoscitori del loro territorio.

Da visitare tra Broome e Cape Leveque:
Beagle Bay è la prima comunità aborigena che si incontra. Non ci sono alloggi qui, ma vale la pena sostare per dare un'occhiata alla famosa Chiesa del Sacro Cuore e al suo bellissimo altare decorato con conchiglie di madreperla.

Middle Lagoon è una tranquilla località popolare tra i locali. Grande pesca, una laguna poco profonda sicura per nuotare, accamparsi, rifugi sulla spiaggia, casette di legno autonome ventilate ... È un posto meraviglioso. Alcuni viaggiatori lo preferiscono persino a Kooljaman.

One Arm Point (noto anche come Ardyaloon) è a pochi chilometri oltre Kooljaman ed è anche un ottimo posto dove fermarsi. Possibile visitare il vivaio di acquacoltura che alleva conchiglie trochus, oppure puoi prendere ad escursioni in barca o ai tour di pesca offerti.

Lombadina è un'altra comunità aborigena (Bardi). Questa è stata la prima comunità della penisola a dedicarsi al turismo, oltre 15 anni fa. Le loro sistemazioni sono semplici ed i tour con le guide aborigene ben collaudati, la spiaggia potrebbe essere la più bella dell'intera penisola.
I Bardi sono gli Aborigeni del mare e sono i proprietari tradizionali di questa zona che include Lombadina e naturalmente Cape Leveque con il Kooljaman Lodge/ Resort
L'oceano è stato fondamentale nelle vite del popolo Bard per molte migliaia di anni sia come fonte di cibo che di significato spirituale. La prova del loro legame al mare si trova nelle opere d'arte tradizionali che utilizzano conchiglie e perle. Il loro legame con l'oceano ha plasmato la cultura Bard su molti livelli tra cui folklore, divertimento, alimentazione ed attività economica. Lombadina offre ai visitatori l'opportunità unica di sperimentare il loro stile di vita locale e tradizionale attraverso le loro attività escursionistiche/culturali.

Disbrigo delle formalità di noleggio e ritiro della vettura.

2° giorno

Cape Leveque

Giornata dedicata al relax mare ma anche alle attività esplorative della zona che è magnifica.

3° giorno

Cape Leveque / Derby

Km indicativi:390
Possibile la pista alternativa che porta direttamente a Derby via Kimberley Colourstone e che riduce di circa 70 km il percorso. Chiedere a Cape Leveque se è praticabile e farsi dare la Mudmap del percorso.

Derby Per la maggior parte dei viaggiatori , Derby è l'inizio / la fine della loro avventura sulla Gibb River Road. Anche i viaggiatori che non intendono percorrere l'intera Gibb River Road si fermano spesso a Derby. Quindi viaggiano lungo il primo tratto ben tenuto della Gibb River Road prima di svoltare a destra, e raggiungere i parchi nazionali Windjana Gorge e Tunnel Creek .
Nelle vicinanze di Derby si torva il famigerato Boab Prison Tree ovvero un enorme baobab ultracentenario usato nel passato dai colonizzatori per rinchiudere gli aborigeni.
Derby è punto di accesso all’ Arcipelago di Buccaneer, un gruppo di 800/ 1000 isole tra le più remote del mondo. Questo è anche il luogo in cui si trovano le cascate orizzontali, un fenomeno creato dalle enormi maree che si precipitano attraverso stretti spazi tra le isole.

4° giorno

Derby / Windjana Gorge /Tunnel Creek / Fitzroy Crossing

Km indicativi: 350
Strada in parte asfaltata in parte pista
Partenza molto mattutina.
Raggiungete la Gibb River Road (lungo il percorso il famoso Baobab prison Tree) e voltate poi a destra.
Le tappe della giornata saranno Windjiana Gorge e Tunnel Creek.

Tunnel Creek Un profondo sistema di grotte ventilate dove scorrono acque fresche che hanno scavato per un kilometro la roccia fino ad arrivare ai rilievi di Oscar Range, attraverso il torrente di Tunnel Creek. Sono visibili alcune opere di arte rupestre. Ci si deve arrampicare oltre due grandi macigni di roccia (parzialmente sommersi in acqua), per accedere al tunnel. A seconda del periodo dell’anno in cui viaggiate, potreste incontrare dei punti da guadare con l’acqua fino alle ginocchia in alcune sezioni del tunnel. È molto buio in alcuni tratti, per cui procuratevi una torcia. La camminata può durare volendo 1 – 2 ore. Vengono organizzate escursioni da Fitzroy Crossing con guide generalmente aborigene.

Windjana Gorge Formatasi 350 milioni di anni fa durante il Devoniano – durante questo periodo il mare ricopriva quest’area la sua barriera corallina lunga 1000 km, divenne alla fine la catena montuosa del Napier Range.
Il Gorge di Windjana è stato scavato attraverso la catena Napier Range, milioni di anni fa dal fiume Lennard. Originariamente venne chiamato "Il Passo del Diavolo" (durante la spedizione di Forrest attraverso il Kimberley nel 1883) a causa delle Difficoltà che il gruppo incontrò nella traversata. Il nome attuale sembra derivare da un’alterazione della parola “wandjina” (spirito creatore aborigeno responsabile della stagione delle piogge). La gola Windjana è lunga 3,5 km ed ha una profondità di 80 metri. Il fiume Lennard scorre lungo il centro della gola, circondato da scoscese pareti rocciose risalenti al Devoniano e un’ampia varietà di vegetazione che include gli alberi Coolamon, Leichardt Pine, ficus, piante di melaleuca e grevillea. Spesso si possono notare i coccodrilli di acqua dolce che si rilassano sui banchi di sabbia (specialmente negli ultimi mesi della stagione asciutta che vanno da Agosto a Novembre nei dintorni di Bandigan Rock). Tracce di antichi fossili marini e vari sedimenti sono visibili sulle pareti del dirupo (‘Time Walk’ trail). Altri due itinerari tematici per chi si ferma anche per la notte sono il Gorge Walk’ trail attraverso il gorge in tutto 7 km a/r ed il ‘Savannah Walk’ trail molto più breve e che mostra soprattutto la flora locale. Vi è un camping semi attrezzato (con BBQ , docce e servizi), particolarmente adatto per chi esplora il Kimberley in bushcamper. Difficoltà: Facile – 10 minuti di camminata nella gola con la vista delle pareti rocciose, dei fossili, del fiume e dei coccodrilli. Si sconsiglia di nuotare o bagnarsi nelle acque, per la presenza dei coccodrilli.

5° giorno

Fitzroy Crossing / Eco Beach

Km indicativi: 460
Strada asfaltata
Oggi tappa di trasferimento per raggiungere la Spiaggia di Eco beach a sud di Broome e proseguire poi verso il Karijini.

Fitzroy Crossing Fitzroy Crossing a circa 300 km da Broome offre la possibilità di pernottare presso il comodo motel/caravanpark ed effettuare le escursioni al Geikie Gorge, a Tunnel Creek e Windjana Gorge.
Attività in loco
Geikie Gorge: Una primizia dal periodo devoniano. Questa gola è stata scavata dal Fitzroy River attraverso la roccia calcarea della maestosa barriera corallina del periodo devoniano (350 milioni di anni or sono) che, come un serpente, si snoda attraverso gran parte del Kimberley e, in alcune zone, come questa, affiora oggi maestosa. Il Fitzroy river scorre maestoso attraverso gli scenari della gola a tratti molto ampia ed e possibile esplorarla con minicrociere guidate.
Le escursioni operano solo da Maggio ad Ottobre e ci danno la possibilità di apprendere molto sulla flora, la fauna e la storia geologica di questa area, facile osservare aquile di mare dalla testa bianca, volpi volanti, parrottini incoronati dalla cresta viola. L’ente parchi organizza crociere panoramiche da maggio ad ottobre la cui frequenza varia da mese a mese. Molto bella la crociera culturale organizzata dagli aborigeni Bunuba tradizionali possessori del territorio. Difficoltà: nessuna.

Danngku Heritage Cruises (Fitzroy Crossing)
Punti salienti: Visita dei luoghi sacri e storici degli Aborigeni accompagnati da una guida Aborigena locale - Comprensione della storia della creazione (Dreamtime) del luogo -spiegazione dei modi tradizionali di caccia e raccolta del cibo (hunting / gathering) nella zona del Geike Gorge (Danggu) ed attorno a Fitzroy Crossing. Il tour opera con un minimo di 6 partecipanti.

Bungolee Tours (Fitzroy Crossing)
Per chi desidera un’ esperienza compete sulla cultura Aborigena e magari desidera trascorrere due giorni in loco Bungolee Tours è l’operatore perfetto. Andrew Dillon è la vostra guida Bunuba e grande anfitrione. I tours operano il martedì. Mercoledì e giovedì ed includono un Pernottamento al campo base di Biridu .
Punti salienti: Apprendere la storia degli aborigeni Bunuba, e della locale storia della Creazione (Dreamtime) - visite dei luoghi sacri e storici, dimostrazioni di pittura del corpo - Visita di zone ricche di pitture rupestri - Infine ascoltare le storia attorno al fuoco sotto le stelle australiane.

Eco beach Si trova a 130 km a sud di Broome ed è sede di un piccolo resort che sembra quasi in capo al mondo!. Le sue spiagge bianchissime, l' oceano indiano, le coste esplorabili a piedi, sono perfette per un soggiorno piacevole di qualche giorno.

6° giorno

Eco Beach / Port Hedaland

Km indicativi: 500
Strada asfaltata
Oggi potete anche indulgere un poco prima di iniziare la corsa lungo il Sandfire.
Mi raccomando di tenere sempre il serbatoio pieno per i prossimi giorni.
Una sosta intermedia magari ad Eighty Miles Beach carvanpark dove la spiaggia è veramente infinita.
Magari alla Sendfire Roadhouse noterete gli enormi camion delle miniere con le ruote alte oltre 2 mt.

7° giorno

Port Headland / Karijini (Pilbara ) (-/-/D)

Km indicativi: 380 via Juna Downs
Strada asfaltata in parte bianca
Oggi ci si addentra nel desertico Pilbara.
Godetevi i panorami che ora sono a tratti collinari, aspri e sempre rossi quel “rosso Australia” che non si scorda mai.
Benvenuti nel Pilbara!

Il Sandfire Non è solo il nome della Roadhouse nel nulla tra Broome e Port headland ma anche il nome originale di questa zona infuocata. La lunga strada asfaltata tocca però anche punti magnifici come 80 Miles beach ed Echo Beach

8° giorno

Karijini National Park (B/-/D)

Giornata dedicata alle attività esplorative di questo magnifico parco naturale tra i più spettacolari d' Australia.

Karijini National Park Karijini National Park: è il secondo parco del Western Australia in ordine di grandezza e sicuramente il più spettacolare. Comprende l’area all’interno della catena montuosa dell’ Hamersley Range, tra le città di Tom Price, Newman e Wittenoon. Il paesaggio del parco è caratterizzato da profonde gole rocciose sulle quali è possibile leggere la storia geologica di 2.500 milioni di anni e da specchi d’acqua alimentati da piccole e grandi cascate. Il tutto visitabile con percorsi di trekking . La fauna comprende lucertole, goannas (piccoli rettili), dingo e canguri. Cosa visitare: per visitare il parco, sono necessari almeno due giorni. Comode le strade asfaltate che giungono fino alle porte del parco. Nell’interno vi sono piste ben battute durante la stagione secca che diventano difficili durante la stagione delle piogge da novembre ad aprile, quando è preferibile l’uso del fuoristrada. Numerosi i canyon visitabili e i percorsi trekking (di diverso chilometraggio e durata): Circular Pool, Dales Gorge, Gorge Rim Walk, Fortescue Falls, Hancock Gorge, Joffre Gorge, Calamina Gorge, Mt Bruce, Red Gorge, Weano Gorge.

9° giorno

Karijini / Giralia Station (B/-/D)

Km indicativi: 570
Strada asfaltata in parte bianca
Il pernottamento sarà in una delle poche Outback Station lungo il percorso: Cheela Plains, Giralia .
Si tratta di vere Outbackstation tra costa e deserto.
Gli owner organizzano delle attività magari domani potete vedere con loro se possibile fare qualcosa.
Oggi partite di primissima mattina se possibile.

Il Pilbara Tra i grandi deserti del centro e la colorata barriera corallina della costa, il Pilbara si estende per 510.000 chilometri quadrati. I suoi paesaggi alternano le immense pianure costellate di “spinifex”, i tipici arbusti spinosi, alle catene montuose dalla folta vegetazione, ai remoti e meravigliosi deserti che furono letti di antichi mari ormai prosciugati. Da 30.000 anni gli aborigeni considerano il Pilbara loro privilegiato territorio di caccia, mentre per “l’uomo moderno” è un eden selvaggio, un’oasi di pace e di isolamento. L’intera zona lambisce il Cape Range marine Parc (Australia’s Coral Coast), per giungere lungo la costa sino a Port Headland e quindi ripiegare all’ interno sino al Karijini National Park e Newman lambendo il Great Sandy Desert.
Opzioni di viaggio: il Pilbara ben si inserisce all’ interno di un viaggio in auto da Perth a Broome o VV. personalmente consiglio l’ uso di un camper fuoristrada in modo da stabilire le tappe in modo indipendente ed usufruire per quanto possibili dei servizi offerti dai caravanpark lungo il percorso.
Possibile effettuare itinerario in auto da Exmouth, Port Headland ma con rilascio della vettura sempre nella località di ritiro della stessa. Oggi è anche possibile utilizzare un veicolo normale in quanto molte strade sono ora asfaltate. Importante è conoscere il consumo di carburante per evitare di rimanere a secco..
Itinerario accompagnato: Non consigliato.
Karijini National Park: è il secondo parco del Western Australia in ordine di grandezza e sicuramente il più spettacolare.
Il Milstream National Park: a Nord del Karijini, lo si incontra andando o venendo da Karratha. Un'oasi di lussureggiante vegetazione, corsi d'acqua e terra rossa. Breve la visita del parco suggerita in una tappa di trasferimento. Necessario veicolo fuoristrada.
Il Paradiso costiero del Pilbara: l’arcipelago di Dampier e le isole Mackerel sono situate a breve distanza dalla costa e sono un vero paradiso per chi ama la pesca, le immersioni o semplicemente lo snorkeling. Da settembre ad aprile è facile osservare le tartarughe durante la posa delle uova sino alla nascita delle tartarughe. Le spiagge sono lunghe e deserte e specie nella zona di Point Samson vi sono bellissimi giardini di corallo.

10° giorno

Giralia Station / Ningaloo Reef (B/-/-)

Km indicativi: 170
Strada asfaltata
Si procede alla volta del magnifico Ningaloo Reef la strada è veramente poca ed il rosso dell' Outback lascerà il posto all' azzurro dell' Oceano Indiano ed al bianco abbagliante delle sue spiagge. Benvenuti nella Australia's Coral Coast.

11° giorno

Ningaloo Reef

Giornata dedicata all' esplorazione del parco costiero oppure ad escursioni.

Ningaloo Reef La Barriera Corallina non finisce con quella del Queensland ma nel Ningaloo Reef Park, parco costiero ricco di magnifici fondali corallini, l’esperto diver ne troverà una piacevole variante.
Il Ningaloo Marine Park è un sito dichiarato Patrimonio dell’Umanità e si trova a metà della costa occidentale australiana. Le acque cristalline circondano la più grande barriera corallina a frange del mondo, una barriera lunga 260 km brulicante di tartarughe, pesci tropicali, mante, megattere e il singolare squalo balena. Nessun altro luogo al mondo permette una simile concentrazione di queste creature a questi livelli, come la Ningaloo Reef.
Il Ningaloo Reef confina con il Cape Range National Park, sulla terra ferma, un’oasi protetta per piccoli e grandi canguri, wallabies, emù e volatili di ogni genere.
Esplorazione del Cape Range National Park con le sue lunghe spiagge isolate e le dune di sabbia. Consiglio una visita al Faro da cui si code di splendida vista, alla stazione Ranger ed alla baia di Turquose.

Ningaloo Reef Marine Park.
Le spiagge bianche, i giardini di corallo della Blue Lagoon a 20 metri dalla riva, i canguri e gli emus che si aggirano indisturbati, le baie turchesi e le grandi dune di sabbia che si stemperano nel rosso dei bassi rilievi e dei canyon come quello di Mandu Mandu ,sono solo alcuni degli ingredienti che rendono magico il luogo. Le stagioni di Ningaloo Reef Retrait. La zona è visitabile tutto l’anno: Aprile –Giugno: Temperatura del mare 24-26 °c - Fauna in arrivo: Squalo Balena, Tartarughe verdi.
Luglio – Settembre: Temperatura del mare 24-26 °c - Fauna in arrivo: da agosto ad ottobre le balene.
Ottobre - Dicembre
Temperatura del mare 26-30 °c - Fauna in arrivo: le tartarughe depositano le uova sino alla scovata di febbraio. Gennaio – Marzo Temperatura del mare 28 - 30 °c periodo più caldo dell’anno, ciclonico a volte. Fauna in arrivo: tartarughe alla schiusa e lo squalo balena incomincia ad avvicinarsi.

12° giorno

Ningaloo Reef/ Coral Bay

Km indicativi: 150
Strada asfaltata
Godiamoci ancora questa parte del Ningaloo Reef spostandoci a Coral bay più a Sud.
Nulla di particolare come sistemazione ma Coral Bay pur essendo una località gettonatissima/spettacolare come sistemazioni non offre molto.

13° giorno

Coral Bay / Monkey Mia

Km indicativi: 590
Strada asfaltata
Oggi è una lunga guidata.
Arrivati alla deviazione per Denham fate una sosta alla Hamelin Pool famosa per le Stomatoliti e per il pittoresco museo del vicino carvan Park.
Raggiungete Shell beach, così chiamata perché formata da miliardi di microconchiglie stratificate, la baia semicircolare è bellissima e le acque in genere limpide vi permettono di ammirare occasionali coloratissime razze e grandi pesci che compiono balzi fuori dall’ acqua. Arrivo a Monkey Mia.

Coral Bay E l’altra località principale di Ningaloo Reef, a 155 km a sud di Exmouth. Qui forse troverete meno luoghi per lo shopping e meno soluzioni di alloggio, ma il fascino di questo villaggio, in cui la maggior parte delle persone non usa la macchina (viste le piccole dimensioni) e molti lasciano a casa persino le scarpe, è davvero incomparabile. La cittadina si sviluppa lungo la spiaggia principale, dove è possibile immergersi e nuotare fino alla barriera corallina che è a soli 50 metri di distanza. Le acque sono calme e piatte ed è qui che è possibile vedere la maggior parte delle mante: per cui non esitare a prenotare una escursione di snorkeling oppure sali su una delle imbarcazioni col fondo trasparente che passano sui coralli.

La spiaggia è un' ampia mezzaluna con dive-center/affitta canoe e glass bottom boat. Le maree sono ampie e l'arenile può allungarsi di qualche decina di metri. Il primo tratto di mare è caratterizzato da un fondale sabbioso profondo pochi centimetri (ottimo per i bimbi più piccoli) che poi degrada in maniera repentina lasciando spazio ai coralli, alle grandi tridacne ed ai pesci tropicali; nei momenti di massima bassa marea ci si può quasi tuffare tra i coralli direttamente dalla spiaggia.
A sud, dopo una serie di suggestive formazioni rocciose superabili via mare quando c'è l'alta marea o via terra quando è bassa la spiaggia continua per chilometri in un arenile deserto, in qualsiasi punto è possibile fare snorkeling senza allontanarsi troppo. A Nord, la spiaggia finisce con una collina sabbiosa (Point Maud):una parte è interdetta in alcuni periodi dell'anno al bagno perché riservata a nursery per gli squali. Come per Exmouth anche a Coral Bay è possibile fare snorkeling con gli squali balena (Aprile-Luglio), vedere le balene (Giugno-Ottobre) ed in più osservare le tartarughe marine depositare le uova tra Novembre e Febbraio.
La temperatura dell'acqua in genere è calda
Farsi una foto a cavallo di un Tropico? Coral Bay si trova a soli 45 Km via strada dal Tropico del Capricorno, nel nulla del deserto, sull’unica strada asfaltata della zona si trova il cartello indicatore del tropico.

14° giorno

Monkey Mia

Giornata dedicata alle attività in loco naturalmente l' incontro con i delfini e magari un poco di relax sulla spiaggia.

Monkey Mia Shark Bay Marine Park, Francois Peron National Park, Hamelin Pool Marine Nature Reserve, la penisola e l'area circostante sono conosciute ai più come Monkey Mia
Benvenuti nella Penisola di Peron, dimora dei delfini di Monkey Mia ma anche di dugonghi mante e molto altro.
Questa curiosa e lunga penisola simile ad un dito si apre subito alla sua base con il mistero delle stomatoliti, veri e propri fossili viventi che dimorano sulla costa; una ottantina di km e ci troviamo a Shell Beach a metà della penisola ove la spiaggia e formata unicamente da miliardi di micro conchiglie. Lo spessore degli strati va oltre i 2 metri ed ha reso possibile il compattamento delle conchiglie che, nel passato venivano tagliate in solidi blocchi e poi usate come mattoni. Ancora più in la e si arriva a Monkey Mia ove potrete osservare e, magari accarezzare i delfini ma, anche prendere parte a crociere in catamarano per avvistare dugonghi ed a volte squali. Molto belle le escursioni costiere ed in Kayak organizzate da Wula Guda Nyinda Eco Adventures ove il piacere dei luoghi è interattivo con la cultura aborigena

15° giorno

Monkey Mia/ Kalbarri

Km indicativi: 400
Strada asfaltata
Oggi tappa di trasferimento si consiglia una partenza mattutina.
A metà strada tra Monkey Mia e Perth la cittadina di Kalbarri che si adagia mollemente sulla baia a mezzaluna e ci offre l’ opportunità di esplorare le sue coste granitiche ed il suo vicino entroterra ove il fiume Murchison ha scavato nei millenni fantastici capolavori naturali. È il caso del Loop con la sua finestra di roccia che si affaccia alle circonvoluzioni del vecchi alveolo fluviale o, dello Z-Bend in curioso canyon a forma di zeta con spettacolari vedute. Il tutto alternato da ampie zone sabbiose che, sulla costa, formano baie e banchi sabbiosi
A Kalbarri anche il parco costiero è molto bello
Sostate presso le grandi falesie ove è possibile effettuare belle passeggiate.

Kalbarri A metà strada tra Perth e Monkey Mia. La cittadina di Kalbarri che si adagia mollemente sulla baia a mezzaluna ci offre l’ opportunità di esplorare le sue coste granitiche ed il suo vicino entroterra ove il fiume Murchison ha scavato nei millenni fantastici capolavori naturali. È il caso del Loop con la sua finestra di roccia che si affaccia alle circonvoluzioni del vecchi alveolo fluviale o, dello Z-Bend in curioso canyon a forma di zeta con spettacolari vedute. Il tutto alternato da ampie zone sabbiose che, sulla costa, formano baie e banchi sabbiosi. Per chi ha tempo a 60 km a sud di Kalbarri potremmo osservare il Pink Lake (Hutt Lagoon) dallo straordinario colore rosa e, al largo della costa il magnifico arcipelago di Houtman Abrolhos .

16° giorno

Kalbarri / Cervantes (Pinnacle Desert)

Km indicativi: 490 incluso turn off per il Pink Lake di Port Gregory
Strada asfaltata
Per chi ha tempo a 60 km a sud di Kalbarri prendere la deviazione all’ altezza di Binnu potremmo osservare il Pink Lake (Hutt Lagoon) dallo straordinario colore rosa.
Provvedete di arrivare al deserto dei Pinnacoli almeno 3 ore prima del tramonto in modo da avere la luce migliore per osservare questo bellissimo anfiteatro geologico.
Prima di Jurien, paesino delizioso, trovate una piccola deviazione per Sandy Point, solo 6 km per raggiungere una baia sabbiosa di grande bellezza, a mezzaluna sovrastata da promontori boscosi.

Cervantes Nambung National Park:
Potete trascorrere la giornata sul posto godendo magari anche delle spiagge prospicienti il deserto dei Pinnacoli.
All'interno del Nambung National Park, disseminati su una superficie di oltre 4.000 chilometri quadrati di territorio si profilano innumerevoli pinnacoli calcarei, che spiccano sopra le sabbie gialle e ocra del pianoro: sono variabili per dimensioni da semplici protuberanze rocciose a colonne alte fino a 5 metri.
I geologi stimano i Pinnacles antichi di circa 30.000 anni e ritengono che si tratti delle radici fossili di antichi alberi, queste guglie "stregate" offrono oggi uno spettacolo emozionante.
Benché l'ambiente in cui sorgono i Pinnacles sia tanto aspro, non si tratta di un vero deserto, bensì di una serie di basse dune costiere. Le guglie si scorgono dall'oceano, tanto che i primi esploratori pensarono che sì trattasse delle torri di una città Questa zona è anche chiamata Parco Nazionale di Nambung, che, oltre alle meraviglie geologiche, ospita un centinaio di variopinte varietà di uccelli e molte altre specie animali, compresi i canguri. A completare il magnifico scenario le coste di sabbia bianchissima bordeggiate di vegetazione a tratti interrotta da enormi dune bianchissime alte oltre 20 metri (zona di Lancelin).

17° giorno

Pinnacles Desert /Perth

Km indicativi: 200
Strada asfaltata
Tempo a disposizione per visitare il deserto dei Pinnacoli.
Per il rientro a Perth possibile anche una deviazione per New Norcia ove sorge una abbazia Norcina unica direi in questo emisfero.
Riconsegna dell'auto presso il deposito.

Quote per persona, a partire da:

PartenzaDoppia
Dal 1 Aprile 2021 al 31 Marzo 2022€ 2.950

Note

Questo itinerario è consigliato da Aprile a Novembre. E’ studiato in modo da sostare in modo opportuno perché tiene conto delle distanze e delle cose da vedere; non è un mordi e fuggi.
Cambio applicato: in data 25 agosto 2020
La quotazione è indicativa e soggetta a variazioni stagionali ed alle tariffe tipo dynamic rates.


La quota comprende

  • Noleggio vettura fuoristrada Red Sands Toyota Landcruiser completamene accessoriato con km illimitati ed assicurazione base incluse. Nel caso non fosse disponibile verranno proposti fuoristrada Hertz od Avis
  • Si consiglia di includere l’assicurazione full cover quotazioni a richiesta.
  • Tutti i pernottamenti lungo il percorso in hotel, mote e lodge con pasti inclusi ove indicato (B/L/D) .
  • I nomi delle sistemazioni verranno indicati in sede di preventivo.

La quota non comprende

  • Mance, bevande, extra di carattere personale quanto non indicato in include od altrove nel programma.
australia

L’Australia è abitata da circa 42.000 – 48.000 anni, da quando cioè i progenitori degli attuali aborigeni australiani arrivarono dall’odierno sud-est asiatico attraversando il mare, favorite anche del più basso livello delle acque e servendosi poi delle più antiche tecniche di pesca, caccia e raccolta per sopravvivere. Questa terra rimase però inesplorata dagli europei fino […]

australia

L’Australia è bagnata a nord dal mare degli Arafura, a nord-est dal mar dei Coralli, a sud-est dal mar di Tasman, a sud dall’oceano Indiano e a a nord-ovest dal mar di Timor. Essendo completamente circondata dal mare, non confina direttamente con altri stati. Quelli più vicini sono la Nuova Zelanda a sud-est; l’Indonesia, Papua […]

australia

Essendo l’Australia situata nell’emisfero sud, le stagioni sono invertite rispetto all’Europa: la primavera/estate corrisponde ai mesi da novembre a marzo, l’autunno/inverno va da aprile a ottobre. Nelle zone desertiche centrali si riscontra una forte escursione termica, mentre le regioni del nord (Darwin e il Western Australia) godono di un clima tropicale con temperature piuttosto alte […]

L’Australia è una federazione di sei Stati e diversi Territori, oltre al Distretto dove si trova la capitale Camberra. La Nuova Zelanda è invece uno Stato unitario. Gli Stati federali sono: Australia Meridionale; Australia Occidentale; Nuovo Galles del Sud; Queensland; Tasmania; Victoria. I due territori principali sono: l’Australian Capital Territory Territorio del Nord. L’Australia ha […]

L’Australia è uno dei paesi meno popolati della Terra: i suoi 20 milioni circa di abitanti coprono una superficie pari quasi a quella degli USA e la densità media è di soli 2 abitanti per chilometro quadrato. La popolazione si distribuisce in modo molto eterogeneo, concentrandosi lungo la costa sud-orientale e all’estremo sud di quella […]

Le arti e le attività culturali australiane riflettono la miscela unica di differenti culture, nuove influenze e antiche tradizioni che caratterizza la nazione. Esse sono il frutto di una terra che ospita sia le più antiche tradizioni culturali che ci sono giunte senza soluzione di continuità, sia una ricca mescolanza di culture portate dagli emigranti. […]

Australia

Le arti e le attività culturali australiane riflettono la miscela unica di differenti culture, nuove influenze e antiche tradizioni che caratterizza la nazione. Esse sono il frutto di una terra che ospita sia le più antiche tradizioni culturali che ci sono giunte senza soluzione di continuità, sia una ricca mescolanza di culture portate dagli emigranti. […]

australia

Le festività australiane sono legate alla cristianità; tra le feste pubbliche segnaliamo Capodanno, 1° gennaio; la Festa del Lavoro, in una data non fissa perchè cambia tra le varie regioni; la Festa Nazionale, 26 gennaio; Anzac Day, 25 aprile. Si celebra poi una festa chiamata Festa del Mondo, in cui ogni anno viene festeggiato un […]

I primi coloni furono inglesi, per cui la cucina australiana ha una tradizione anglosassone. Una specialità famosa sono le “meat pies” piccoli pasticci di carne usati come snack. Ancora più tipica è la “vegemite”, una sorta di scuro pâté di estratto di lievito: gli australiani la spalmano sul pane e ne sono praticamente dipendenti. Si […]

australia

Il Paese è raggiungibile da tutte le parti del mondo. Dall’Italia non esiste il volo diretto, considerata la lunga distanza. Data la vastità del territorio australiano, gli spostamenti aerei interni rappresentano un ottimo mezzo di trasporto, soprattutto per chi non dispone di molto tempo. Le maggiori compagnie aeree locali sono il Qantas e la Ansett […]

Visto d’ingresso (necessario): Il visto turistico “elettronico” (ETA) ha una validità di 90 giorni ed è rilasciato contestualmente all’emissione del biglietto aereo. I cittadini italiani hanno inoltre la possibilità di ottenere un visto per vacanze-lavoro della durata di sei mesi (per informazioni relative al visto “vacanza-lavoro” rivolgersi direttamente all’Ambasciata d’Australia a Roma o al Consolato […]

Situazione sanitaria: L’assistenza sanitaria è di ottimo livello nelle aree urbane. Nelle aree rurali e in quelle più remote, invece, vi è scarsità di personale sanitario e le strutture ospedaliere sono poco affidabili. Vige tra l’Italia e l’Australia un accordo in materia di assistenza sanitaria che consente ai turisti italiani di beneficiare dell’assistenza sanitaria di […]

Australia

Viaggiatori con animali: L’importazione di cani e gatti dall’Italia è consentita a determinate condizioni: devono portare una micro piastrina; devono essere stati vaccinati contro la rabbia nei 12 mesi antecedenti la data di importazione ed essere stati sottoposti al test antirabbico almeno 150 giorni prima della data di arrivo. In assenza di queste condizioni saranno […]

Ambasciata d’Italia a Canberra 12 Grey Street, Deakin – CANBERRA – ACT – 2600 Tel. (+61 2) 6273 3333 Fax. (+61 2) 6273 4223 Soccorso stradale Tel. 131.111

Al di là degli ovvi condizionamenti dovuti al clima, è diffuso in Australia l’abbigliamento casual. Tuttavia in alcuni locali sono obbligatorie per gli uomini la giacca e la cravatta, in particolare la sera. Inoltre si tenga presente che nei locali è diffusa l’aria condizionata. Per chi sceglie un tour si consiglia un abbigliamento pratico e […]

honeymooners

Inno nazionale: Advance Australia Fair Festa nazionale: 26 gennaio Coccodrilli L’Australia tropicale ha la maggior densità di coccodrilli al mondo. Esistono due grandi specie: i coccodrilli d’acqua dolce (soprannominati “sweetie”) che sono più piccoli e tranquilli, e i coccodrilli d’estuario (“saltie”) che si spostano anche sulla costa e sono estremamente pericolosi. Orario negozi in tutte […]

Australia

I produttori e attori cinematografici australiani continuano a spostarsi regolarmente fra l’Australia e l’estero per lavorare. Il film Master and Commander del regista di Sydney Peter Weir – uno spettacolare adattamento dei romanzi di avventure marinare di Patrick O’Brian – è stato uno dei grandi successi internazionali del 2004. Attori come Nicole Kidman, Geoffrey Rush. […]

La fama dell’Australia di paese vivace e individualista trova conferma nella moda australiana – una miscela ricca e variopinta di stili esuberanti. Cominciamo con la sorprendente fusione di culture prodotta dall’estetica di Akira Isogawa. E’ chiaro che questo stilista è dotato di un raro romanticismo intrecciato con un filo delicato alla sua cultura nativa giapponese. […]

australia

Sidney Sydney è una delle icone d’Australia, luminosa e vitale, offre bellezze naturali incomparabili, come la sua baia e le moltissime spiagge come Mainly o Bondy, zone storiche e centri commerciali, teatri, spettacoli culturali di ogni tipo e uno splendido giardino botanico. Per conoscere Sydney si parte dalla famosa Opera House, passeggiando lungo la baia sino […]


Cerca l'agenzia più vicina a te

Altri viaggi che potrebbero interessarti
Articoli che potrebbero piacerti

Cosa sapere di Canberra? Qui vi diamo alcune informazioni interessanti!

La Medusa a Scatola Uno degli animali più pericolosi e letali per l’uomo al mondo, tipico di alcune zone australiane, spesso trovata nelle acque del continente australiano, è la medusa scatola, i cui tentacoli possono raggiungere anche i tre metri di lunghezza. Altrimenti detta cubo-medusa , la medusa a scatola popola la costa lungo la […]

Non perderti le nostre offerte!

Espressione del consenso al trattamento dei dati personali: Procedendo con la compilazione e con l'invio di questo modulo, Lei acconsente al trattamento dei dati personali da Lei forniti per la finalità e nei limiti indicati nell'informativa privacy del sito, ai sensi e per gli effetti del Regolamento (UE) 2016/679 (GDPR).

Go Australia S.r.l.
via Canale, 22 - 60125 Ancona
P.IVA, CF 02116980422 R.E.A. AN 162472
Capitale Sociale € 30.000
Premio Turismo responsabile Italiano 2011
Continua a seguirci su