La barriera corallina è a rischio già da diversi anni e purtroppo l’avanzata dell’inquinamento non fa che contribuire a peggiorare la situazione.

L’Australia in particolare è uno dei paesi più interessati a salvaguardare questo ecosistema marino ormai seriamente danneggiato a causa del fenomeno dello sbiancamento dei coralli.

Il piano economico lanciato dal premier australiano, prevede uno stanziamento pari a circa 40 milioni di euro che sarà esclusivamente destinato a combattere le minacce della grande barriera come ad esempio l’inquinamento e l’elevato numero delle stelle marine corona di spine molto aggressive e voraci di coralli.

Inoltre alcuni fondi incentiveranno gli agricoltori a diminuire il defluire delle acque inquinate nella barriera e a sviluppare un programma per realizzare il risanamento dei coralli.

Non sono però mancate le critiche al progetto avanzate da esperti ed ambientalisti secondo i quali le misure citate non prenderebbero in seria considerazione la principale minaccia per l’ecosistema ovvero il mutamento climatico.

Infatti gli scienziati affermano che i coralli sbiancano principalmente per via del riscaldamento dell’oceano connesso all’emissione dei combustibili fossili.

In poche parole a causa del calore i coralli espellono l’alga vitale che conferisce loro colore e se non riescono a rinforzarsi vanno incontro alla morte.

Quindi per molti queste misure saranno inefficaci proprio perché non tengono conto della vera causa che sta alla base di questo serio problema.

 

Articoli che potrebbero piacerti

Cosa sapere di Canberra? Qui vi diamo alcune informazioni interessanti!

La Medusa a Scatola Uno degli animali più pericolosi e letali per l’uomo al mondo, tipico di alcune zone australiane, spesso trovata nelle acque del continente australiano, è la medusa scatola, i cui tentacoli possono raggiungere anche i tre metri di lunghezza. Altrimenti detta cubo-medusa , la medusa a scatola popola la costa lungo la […]

Non perderti le nostre offerte!

Espressione del consenso al trattamento dei dati personali: procedendo con l'invio di questo modulo, si autorizza il trattamento dei dati personali forniti per la finalità, con le modalità e nei limiti indicati nell'informativa sulla privacy, ai sensi e per gli effetti dell'art. 23 del D.lgs. 196/03.

Go Australia S.r.l.
via Canale, 22 - 60125 Ancona
P.IVA, CF 02116980422 R.E.A. AN 162472
Capitale Sociale € 30.000
Premio Turismo responsabile Italiano 2011
Continua a seguirci su