Viaggio
Panes Content Table

La quota comprende
• Visto elettronico per l’ Australia (gratuito se di nostra emissione solo per i cittadini italiani)
• L’assicurazione per l’assistenza medica (sino ad € 10.000), il rimpatrio sanitario ed il danneggiamento al bagaglio (sino ad € 1.000), con possibilità di integrazione.
• L'assicurazione "Rischio Zero"
• Kit da viaggio GoAustralia e materiale informativo.
• Tutti i voli in classe economica
• Pernottamenti come da programma in hotels della categoria indicata nel programma
• Pasti come da programma (B/L/D)
• Noleggio vettura all inclusive
• Escursioni incluse nel programma
• Ingressi ai parchi visitati durante le escursioni incluse.
La quota NON comprende
• Mance
• Bevande
• Extra di carattere personale
• Assicurazioni extra ed altri optional
• Tasse governative e locali non in vigore al momento della quotazione
Tropical Discovery
Durata: 23 giorni / 21 notti
Sydney - Ayers Rock - Kings Canyon - Alice Springs - Darwin - Kakadu National Park - Arnhemland - Kakadu National Park- Katherine Gorge - Kununurra - Ord River Dam Cruise - Bungle Bungle - Lake Argyle - Fitzroy Crossing - Geikie Gorge - Broome - Perth -

Un viaggio alla scoperta della natura più bella  partendo di luoghi classici come Sydney ed Ayers Rock e Kings Canyon. Poi inizia il  Passaggio a Nord Ovest per chi ama i grandi spazi, la natura più diversa, un pizzico di cultura aborigena ed il mare di Broome, perla dell' Oceano indiano in Western Australia). Pur viaggiando in zone remote potrete usare una normalissima auto e, grazie alle escursioni incluse, esplorare la parte più selvaggia accompagnati da guide esperte. Regalatevi un viaggio tra Top End e Western Australia nel periodo migliore dell' anno. Abbiamo previsto hotels confortevoli e sempre con camere di tipo superior nelle zone remote e, ocean front a Broome, cosa desiderare di più? Caratteristica importante di questo viaggio: sia nel Kakadu che nel Kimberley abbiamo incluso le escursioni affinché si possa godere appieno del territorio accompagnati da guide esperte.

 

Periodo consigliato: da aprile ad ottobre

Tipo di viaggio: individuale

Calendario partenze: giornaliere dall' Italia

 

1° giorno: Italia - Sydney (-/ - /-)

Partenza in giornata.

Pasti e pernottamento a bordo.

 

2° giorno: Sydney (-/ - /-)

Arrivo e Trasferimento libero in hotel.

 

3°/4° giorno: Sydney (-/ - /-)

DESCRIZIONE DI SYDNEY

Sydney è una delle icone d’Australia, luminosa e vitale, offre bellezze naturali incomparabili, come la sua baia e le moltissime spiagge come Mainly o Bondy, zone storiche e centri commerciali, teatri, spettacoli culturali di ogni tipo ed uno splendido giardino botanico.

Per conoscere Sydney si parte dalla famosa Opera House, passeggiando lungo la baia sino a raggiungere il giardino botanico, maestoso e rilassante. Si prosegue sino al Circular Quay, dove con un traghetto si raggiungono l’acquario sottomarino di Darling Harbour (vedrete mante gigantesche che ondeggiano sul vostro capo) od il Taronga Zoo, dove è possibile osservare tutte le specie animali più insolite che abitano la grande isola-continente Australia. Altra area di grande bellezza e vitalità è la zona storica dei Rocks, un tempo magazzini coloniali inglesi ed oggi ristrutturati e trasformati in zona di attrazione e svago: giocolieri, musicisti e artisti da strada allietano i passanti. Per il pranzo consigliamo il Fish Market a Darling Harbour, dove potrete scegliere il trancio di pesce che preferite e vederlo cucinare sotto i vostri occhi.

Per la cena invece consigliamo ottimi manicaretti a base di pesce presso il Waterfront Restaurant dei Rocks, con baia illuminata come scenario, veramente mozzafiato. Ottimo ristorante per il pesce è anche Doyle's a Watson Bay, uno dei più antichi di Sydney. Ultima chicca un bel volo panoramico in idrovolante sulla città oppure, ultimo brivido, una passeggiata sulle arcate del Sydney Harbour Bridge.

 

5° giorno: Sydney - Ayers Rock (-/ - /-)

Trasferimento libero in aeroporto e partenza per Ayers Rock.

Ritiro della vettura in aeroporto. Veicolo fuoristrada con chilometraggio illimitato ed assicurazione complet cover.

Trasferimento in hotel.

DESCRIZIONE DI AYERS ROCK

Ayers Rock è il simbolo dell’Australia per antonomasia. Questo misterioso monolito di sabbia, situato a 500 Km a sud-ovest di Alice Springs, è alto 350 m e largo 7.5 Km. Non è una roccia, ma la punta di un conglomerato di sassolini, fondo di ciò che fu un lago interno circa 600 milioni di anni fa. Per gli aborigeni, la Roccia è il “Luogo Sacro dei Sogni”, e tutt’intorno si trovano pitture rupestri. E’ interessante osservare come la Roccia cambi drasticamente colore a seconda della luce e del tempo: sfumature che vanno dal rosso, al viola, fino al buio totale che determina il calare della notte. Pochi sanno che fu scoperta da William Gosse nel 1873 (l’anno prima Ernest Giles la scambiò in lontananza per una collina!) e dedicata al primo ministro dell’epoca, Henry Ayers. A poca distanza dal monolito, ai confini del Parco di Uluru si trovano anche i Monti Olgas, una serie di 36 magnifiche "cupole" naturali, che sono considerati il risultato di secoli di erosioni eoliche e pluviali.  Il loro nome aborigeno Kata Tjuta significa il Luogo delle Molte Teste. La teoria ci dice che probabilmente un tempo gli Olgas fossero un unico enorme monolito - più vasto dell’Ayers Rock - trasformato e suddiviso poi in molte montagne tondeggianti proprio a seguito di fenomeni naturali.

Il complesso alberghiero Ayers Rock Resort è in grado di offrire oltre a diversi tipi di sistemazione, per ogni tipo di esigenza o budget, anche tutta una serie di servizi complementari atti a sollecitare la corretta distribuzione di informazioni riguardanti la zona.

Giornalmente è a disposizione dei visitatori un efficiente Travel Desk in grado di organizzare trasferimenti, escursioni di ogni genere, diurne e notturne, attività sportive, animazione serale. Recentemente ristrutturato in tutte le sue parti, rappresenta un’oasi di progresso e cultura al centro del Red Centre australiano

 

6° giorno: Ayers Rock-  Kings Canyon (-/ - /D)

Chilometri indicativi percorsi: 248

Tipo di strada: Asfaltata

Mattinata dedicate alla visita dei Monti Olgas e quindi proseguimento diretto è per il Kings Canyon.

La strada e tutta asfaltata e quindi non avete problemi di percorrenza o ritardi.

Suggerita una sosta alla pittoresca Roadhouse di Curtin Springs.

Per questa sera una esperienza magnifica sotto le stelle australiane.

Il lodge ove si pernotta e’ situato sulla proprieta’ della Kings Creek Station, una tipica fattoria nell’Outback australiano.

Questa ‘station’, di proprietà di Ian e Lynn Conway, alleva bovini e cammelli.

La proprietà con una superficie di 1800 km2 offre inoltre panorami favolosi, dune di sabbia rossa e una

natura ancora intoccata per una vera e memorabile esperienza dell’Outback australiano.

Alloggi Di Lusso a Tenda

Gli alloggi tendati, specialmente concepiti per noi, offrono il massimo comfort nell’Outback. Ogni tenda è

arredata in modo molto accogliente e dotata di aria condizionata. Inoltre ogni tenda ha il proprio bagno

completo di asciugamani, un asciugacapelli e articoli da toletta. Tutte le tende hanno un terrazzino con

tavolo e delle sedie per godersi la pacifica atmosfera del vero outback australiano. Il Kings Canyon

Wilderness Lodge offre veramente un’esperienza unica.

La cena viene servita attorno al fuoco.

 

7° giorno: Kings Canyon - Alice Springs (B/ - /-)

Chilometri indicativi percorsi: 250

Tipo di strada: Asfaltata/pista in terra battuta

Mattinata dedicata alla a visita esplorativa al Kings Canyon.

Oggi si parte percorrendo il Meerenie Loop.

Sono circa 160 km di pista panoramica ed affascinante, non è difficile da percorrere ma va presa con calma. In certi punti le asperità rocciose hanno la forma di grandi dinosauri che pascolano in mezzo al rosso dell’ Outback.

Raggiunto il bivio di Ipolera  proseguite in direzione di Glen Helen e, dopo  circa una quarantina di km,

si trova il bivio per Red Bank Gorge, solo 5 km e poi una bella passeggiata a piedi. Se possibile vi consiglio di farla.

Dal bivio di Redbank Gorge sono ancora circa  20 km  per raggiungere Glen Helen.

Glen Helen Resort *** motel.

Non fatevi ingannare dalla dicitura “resort” e rimarrete soddisfatti.

Glen Helen è un luogo storico quasi un avamposto e così e rimasto per nostra fortuna. Qui potrete fare rifornimento, godervi una ottima birra nel pittoresco pub/spaccio con il vecchio bancone e i tavoli da biliardo. Le camere sono piccole ma con una bellissima vista su Glen Helen Gorge ed il ristorante sembra venire dall’ epoca dei pionieri con il suo camino e le pareti con i souvenir di un alto tempo. Poche le regole:

Appena arrivate prenotate il ristorantino per la sera (oppure fatelo la sera prima)

 

8° giorno: Alice Springs - Darwin (B/ - /-)

Chilometri indicativi percorsi: 132

Tipo di strada: Asfaltata

Partenza per raggiungere oramai la vicina Alice Springs e rilascio della vettura in aeroporto.

Arrivo ad Darwin e ritiro in aeroporto della nuova vettura questa volta a due ruote motrici.

Trasferimento in hotel.

DESCRIZIONE DI DARWIN

Darwinè una città tropicale la cui origine risale ai tempi della "Corsa all'Oro", quando divenne meta di centinaia di persone in cerca di fortuna. Situata in riva al mare all’estremo nord dell’Australia, è la capitale dei Territori del Nord e della cultura aborigena per eccellenza e deve il suo nome al grande naturalista Charles Darwin, che scoprì la baia nel 1839. La sua struttura moderna e funzionale è il frutto della quasi totale ricostruzione avvenuta intorno agli anni 80, dopo che nel 1974 il terribile tifone “Tracy” la rase praticamente a zero. Rigogliosi alberi di mango e banyan, fiori tropicali, e l'origine cosmopolita della sua popolazione, contribuiscono a farne una città ricca di fascino. Pochi edifici storici hanno resistito alla violenza del ciclone: tra questi l’Old Navy Headquartes (quartier generale della marina), il Fannie Bay Jail (1883) e il Brown’s Mart, l’edificio più vecchio nel centro (1885). Di grande interesse culturale è il Northern Terrritory Museum Of Arts And Sciences, che ospita varie gallerie d’arte aborigena e reperti archeologici.

Per gli appassionati dello shopping, consigliamo un giro nei Mall del centro, dove potrete trovare i tipici cappelli Akubra ed i comodissimi stivaletti di gomma Blundstone, perfetti per il clima australiano.

Per chi si accinge ad un viaggio in fuoristrada o in camper e deve acquistare scarpe, accessori da campeggio o altro, consigliamo questo negozio: THE N.T. GENERAL STORE, 42 Cavenagh street, a poche centinaia di metri dal mall.

 

9° giorno: Darwin - Kakadu National Park (B/ - /-) 240 km

Di prima mattina si parte per il Parco Nazionale del Kakadu.

DESCRIZIONE GENERICA  DEL KAKADU NATIONAL PARK

L’ingresso al parco costa AUD 24 da pagarsi in loco. Un’immensa area protetta comprendente le pianure alluvionali di Wildman, West, South e East Alligator Rivers. Vera e propria oasi naturale per innumerevoli specie di piante, animali e uccelli. La strada che attraversa il parco è completamente asfaltata e facilmente accessibile anche da auto convenzionali. Lo scenario è semplicemente sorprendente dal punto di vista naturale e impareggiabile per quanto riguarda la presenza di pitture rupestri aborigene di enorme importanza. Esplorabile durante tutto il corso dell’anno necessita almeno due giorni di visita per esaurire il numero dei luoghi di maggiore interesse. Il nome Kakadu deriva dalla lingua Gagudju, la più frequente fra quelle parlate dalla popolazione aborigena nel Top End. Gran parte del parco è di proprietà del popolo aborigeno che contribuisce a preservarne la sua unicità nel tempo e molti delle guide e dei ranger del parco sono aborigeni.

La parte riguardante la cultura aborigena è ugualmente importante e nella visita del parco merita senz’altro una sosta il Bowali Information Centre, aperto dalle 08.00 alle 17.00, dove è possibile assistere alla proiezione di un video di circa 25’ con la presentazione dettagliata del parco.

Visitate quindi Nourlangie Rock e ammirate le pareti rupestri scolpite dagli antenati del Dreamtime, che passarono in questa zona sotto le sembianze di wallaby delle rocce dalle orecchie corte, secondo la leggenda aborigena. Le fenditure sono ancora visibili oggi e al mattino presto o al crepuscolo si possono spesso avvistare qui i wallaby delle rocce. Nella vicina Anbangang Gallery potrete ammirare un dipinto dell’Uomo Fulmine, l’antenato del Dreamtime che controlla ancora le violente tempeste di fulmini che si scatenano durante la stagione umida. Presso Ubirr Rock, nel nord-est di Kakadu potrete ammirare alcuni dei più notevoli esempi di pittura ”a raggi X”. La maggior parte di questi dipinti – nei quali le ossa e gli organi degli animali sono visibili – risalgono a meno di 1.500 anni fa. Alcuni dei dipinti raffigurano inoltre i primi “uomini bianchi” della zona, probabilmente cacciatori di bufali ritratti attorno al 1880. Uno degli uomini ritratti ha le mani in tasca, mentre un altro ha le mani sui fianchi e sembra “dare ordini agli aborigeni”. L’ultima sezione della galleria Ubirr presenta un dipinto del Serpente Arcobaleno risalente a circa 23.000 anni fa.

 

 

10° giorno: Arnhemland Discovery in fuoristrada (-/L/-)

Pranzo in escursione inclusa in questa quotazione

La nostra giornata trascorra esplorando una delle zone più remote e selvagge del Norther Territory: Arnhemland.

Questa area richiede obbligatoriamente i permessi aborigeni per visitarla e durante la giornata oltre a godere dei magnifici panorami che hanno ispirato film come jurassik park, visiteremo siti ricchi di pitture rupestri aborigene risalenti anche a migliaia di anni or sono. In compagnia della nostra guida aborigena incontreremo gli artisti dell’ Injalak Arts di Oenpellied apprenderemo il tradizionale modo di cacciare, raccogliere cibi naturali e di come questi possano essere utilizzati sia per l’alimentazione che per la medicina (Bushtuker ebush medicine ). Il vostro viaggio avviene con un confortevole van fuoristrada.

Al termine della escursione si riprenda la nostra vettura e si raggiunge Cooinda a circa 60 km da Jabiru verso sud. Sino a raggiungere il vostro hotel.

 

11° giorno: Kakadu National Park- Katherine Gorge (-/ - /-)

All’ alba si effettua del vostro hotel la navigazione sulle Yellow waters (1,5/ 2 ore)

Si prosegue quindi alla volta di Katherine via Pine Creek.

 

Katherine:

Circa 3000 kmq di territorio racchiudono le Edith Falls ottime per una nuotata e Nitmiluk, il nome aborigeno di Katherine Gorge. Il Gorge di Katherine è un grande appuntamento con la natura spettacolare. La stretta e lunghissima fessura di roccia è navigabile da aprile a novembre:  all’improvviso ci si ritrova immersi nel silenzio, rotto soltanto dal verso di qualche uccello. Il cielo azzurro diventa sempre più distante, mentre l’ombra delle pareti a strapiombo rende l’aria addirittura fresca. Si tratta effettivamente di 12 diversi canyon separati fra loro da rapide, spettacolari durante la stagione delle piogge, da novembre ad aprile. Presso il Visitors Centre potrete reperire informazioni su escursioni, crociere e attività varie (es. canoa) legate a questo splendido parco.

 

Il Katherine River attraversa la cittadina di Katherine, 320 km a sud di Darwin; a una trentina di chilometri da Katherine il fiume scava gole incredibili fiancheggiate da alti pareti rosseggianti che offrono panorami estremamente suggestivi: è Katherine Gorge.

La cittadina ebbe il nome dalla figlia di uno dei fautori dell'esplorazione intrapresa da John McDouall Stuart nel 1862, mentre il parco si chiama Nitmiluk National Park; venne così battezzato nel 1989 dalla locale popolazione Jawoyn, i proprietari tradizionali del luogo, e Nitmiluk significa "il luogo della cicala".

La località di Pine Creek, 90 km a sud di Darwin, vanta una storia legata alla corsa all'oro di un tempo, come testimoniano i palazzotti d'epoca. Ottima zona per il birdwatching.

Un'ora a sud-est di Katherine troverete le sorgenti termali di Mataranka, poste sul fiume Roper. Concedetevi un bel bagno ristoratore nell'acqua calda e trasparente, circondati da una fitta vegetazione e dal Parco Nazionale Elsey.

Per il pomeriggio consigliata la visita al Katherine gorge ove possibile sia effettuare una navigazione che noleggiare dei kayak.

 

12° giorno: Katherine- Kununurra (B/ - /-) 499 KM

Oggi si prosegue sempre su strada asfaltata alla volta di Kununurra. Si lascia il Northern Territory per raggiungere il Kimberly nel Western Australia.

Mi raccomando partite presto per godervi la giornata senza fare le corse.

 

13° giorno: Kununurra - Ord River Dam Cruise (-/ - /-)

Si raccomanda di mangiare prima della partenza del tours o di portarsi il necessario per uno spuntino. Durante il tour verranno serviti te pomeridiano con stuzzichini.

Nella tarda mattinata per le ore 11.oo circa partenza a bordo di un motoscafo per esplorare lo specchio lacustre di Kununurra, l’ Or driver dam, sino alla base della diga in prossimità di Durack.

La vostra guida vi porterà attraverso canali boscosi, marcite e ampi specchi lacustri ove potrete osservare una abbondante flora e fauna, numerosissime le specia di uccelli che qui nidificano e, non rari gli avvistamenti di coccodrilli di acqua dolce e Goannas, i grandi lucertoloni del tropico australiano.

 

14° giorno: Intera Giornata Bungle Bungle e Lake Argyle con volo panoramico e fuoristrada  (-/L/-)

Pranzo incluso in escursione delizioso gourmet picnic con in omaggio uno zainetto.

L’itinerario di oggi vi farà apprezzare al meglio la maestosa e selvaggia bellezza del Kimberley visto dal cielo e poi esplorato in fuoristrada.

Al mattino ritrovo presso l’ aeroporto di Kununurra e partenza con volo privato. Il vostro pilota vi farà sorvolare  dapprima lake Kununurra e l’ Ord River raggiungendo poi le grandi Outback Station di  Lissadell and Texas Downs

(ricordate il fil Australia?...). Si vira quindi in direzione sud per raggiungere il Bungle Bungle Range meglio conosciuto come Purnululu National Park (word heritage area patrimonio dell’ umanità).

Vista dall’ alto questa straordinaria formazione geologica sconosciuta agli uomini bianchi sino al 1980, ci rivela tutta la sua straordinaria bellezza. Le incredibili striature bruno rossicce degli affioramenti rocciosi tondeggianti con gole, piscine naturali e piccoli palmeti, si estendono su una vasta area la cui bellezza lascia senza parole anche il viaggiatore più smaliziato.

Al termine della panoramica aerea si atterra direttamente nel parco ove ad attenderci vi sarà un mezzo fuoristrada che ci condurrà all’ interno di queste magnifiche gole ove inizieremo una passeggiata di circa 3 ore.

Nel primo pomeriggio per chi lo desidera (sii paga in loco), sarà possibile sorvolare in elicottero a bassa quota questa vasta area. Per dare una idea il sistema roccioso dei Bungle Bungle è 99 volte più vasto del monolito di Ayers Rock e vi sono itinerari a piedi che possono durare anche 5 giorni. Nel pomeriggio si rientra a Kununurra in volo sorvolando questa volta la famosa miniera di diamanti rosa di Lake Argyle.

 

15° giorno: Kununurra - Fitzroy Crossing (-/ - /-) 645 km

Oggi tappa di trasferimento strada tutta asfaltata attraverso un rigoglioso e tropicale outback, numerosi gli enormi alberi baobab di notevole bellezza. Lungo il percorso fate una sosta ad Old Halls Creek, antico insediamento abbandonato che risale alla prima grande corsa all’oro del 1885. Ancora oggi i locali cercatori riescono a trovare il prezioso minerale.

Da Old Alls Creek un ultimo salto per raggiungere il Fitzroy Crossing.

Pernottamento.

 

14° giorno: Geikie Gorge (-/-/-)

La mattina viene dedicata all’ escursione di gruppo (piccoli gruppi) al bellissimo Gorge di Geikie .

I tour includono la crociera sul gorge ed una passeggiata naturalistica con le guide (in genere ranger aborigeni). Il Geikie Gorge e una spettacolare formazione rocciosa con gole a strapiombo scavate nel periodo dal fiume Fitzroy. Questa area nell’ era  devoniana era ancora sommersa dal mare ed oggi numerose sono le testimonianze fossili dell’ antico reef esistente. La zona orientale del gorge è un vero e proprio santuario della fauna selvatica per cui sono frequenti le osservazioni di marsupiali, uccelli e degli onnipresenti coccodrilli di acqua dolce.

Pomeriggio a disposizione per rilassarsi o per effettuare una gite facoltative (vi è un piccolo operatore aborigeno – Bungolee Tours – che a giorni alterni organizza escursioni a Tunnel Creek con partenza alle 2 del pomeriggio).

 

16° giorno: Fitzroy Crossing - Broome (-/ - /-) 396 km

Ultima tappa attraverso le strade del Kimberley per raggiungere le coste dell’ oceano indiano e le lunghissime spiagge di Broome.

Possibilità di Pernottamento (vedi supplemento) all’  Ecobeach wilderness retreat****/ sup  in Ocean View Eco Villa con trasferimento panoramico in volo da Broome.

Questo resort si trova sulla costa  di Ecobeach, a sud di Broome ed e particolarmente apprezzata per le coppie in viaggio di nozze o per chi desidera un tranquillo soggiorno mare in una zona tranquilla al di fuori della città. Ecobeach si trova a circa 60 km a sud di Broome.

 

 

17°/19° giorno: Broome (-/ - /-)

Mare e relax presso il resort prescelto.

DESCRIZIONE DI BROOME LA BAIA DELLE PERLE

 1883    Il 27 di novembre mentre i pescatori di perle completano faticosamente la giornata sui ricchi fondali di Roebuck Bay il governatore di Perth, Sir Frederick Napier, riconosce ufficialmente quell' insediamento come la nascente Broome. Negli anni a venire l' importanza mondiale delle perle e dei suoi derivati ne fanno un rilevante centro di produzione. Nello stesso anno, il cavo di telefonico sottomarino, unico collegamento tra Western Australia e resto del mondo, viene spostato da Darwin a Broome per i problemi di continua interruzione dovuti ai vulcani sottomarini. E’ l’atto che sancisce la nascita di una nuova, moderna realtà nel “nowhere land”. La comunità eterogenea è formata da Malaysiani, orientali in genere e dai nuovi bianchi a caccia di maggior profitto. Cicloni, squali e altri rovesci naturali sono parte integrante della vita quotidiana, mentre i caschi di rame dei palombari spaventano gli aborigeni e, a pochi passi dal centro cittadino, si scoprono le prime impronte fossili dei dinosauri.

Nel 1942 i bombardamenti nipponici annientano la flotta peschereccia e le poche strutture di difesa, ma un altro pericolo incalza: la plastica soppianta la madreperla in molte produzioni e, sempre i giapponesi, danno l'avvio alla produzione industriale delle perle. L'inizio del declino…

OGGI, conclusa l'epopea dei palombari, sono nate le fattorie perlifere e la vita continua. L'importanza di Broome oggi non è solo più rappresentata da questa industria non inquinante ma dalla sua posizione strategica per il turismo non di massa. Pur restando isolata tra il mare e il sandfire - il deserto costiero - Broome è il punto di partenza o di arrivo dei viaggiatori che percorrono il Kimberly. Superate le piste e gli incredibili scenari, si arriva a queste chilometriche spiagge dove le temperature da maggio a ottobre raggiungono i 30 gradi al contrario delle altre zone australiane ove l'inverno incalza. Il turismo avventuroso si incontra qui con quello della gioventù australiana che, alla perenne ricerca del sole, migra dal surfer paradise a queste spiagge assolate.  Pochi alberghi tra i quali spicca il Cable Beach, singolare struttura in stile orientale quasi a ricordare il passato. Le attività praticabili sono molte e si possono alternare gli sport acquatici alle passeggiate in cammello, i voli panoramici alla caccia alle impronte di dinosauro, la visita alla fattoria dei coccodrilli ai safari nell'interno. Poco distante e ancora più isolato, si staglia Cape Leveque dove un solo, piccolo lodge permette la visita delle coste più spettacolari e deserte d’Australia

 

20° giorno: Broome - Perth (-/ - /-)

Rilascio della vettura in aeroporto e partenza per l’ ultima tappa del nostro viaggio Perth, la capitale del Western Australia.

Arrivo e trasferimento libero  in hotel.

 

21° giorno: Perth  (-/ - /-)

Giornata a disposizione per esplorare liberamente la città.

Facoltativa l’ escursione al deserto dei pinnacoli.

 

 

22° giorno: Perth Italia (-/ - /-)

Nel pomeriggio trasferimento libero in aeroporto  e partenza per il rientro in Italia

23° giorno: Italia   (-/ - /-)

Arrivo previsto nella mattinata.

 

HOTEL PREVISTI:

Sydney: Holiday Inn Old Sydney  **** Standard Queen Room

Ayers Rock:Luxury Tented Cabin Including Breakfast And Dinner

Kings Canyon: Glen Helen Homestead *** dlx room

Glen Helen Homestead: Palms City Resort ***/*Superior Motel Room Including Breakfast

Darwin: Aurora Kakadu Resort - South Alligator River *** Deluxe Room

Kakadu: Kakadu Lodge Cooinda Managed By Accor ***/* Lodge Room

Katherine Gorge: Ibis Styles Katherine***/* Deluxe Room Includes Continental Breakfast

Kununurra: Kununurra Country Club Resort Motel**** Club Room

Fitzroy Crossing:Fitzroy River Lodge **** Riverview Studio Suites

Broome: Cable Beach Club Resort And Spa***** Ocean Side Studio

Perth: Four Points By Sheraton Perth **** Superior Room

Colazioni incluse: 4

Pranzi inclusi: 1

Cene incluse: 1

 

 

Quote a partire da

Per persona in camera doppia

€ 5.266

Tasse aeroportuali

Quote indicative e soggette a variazioni sino ad emissione biglietto

€ 624

Quota assicurativa e spese pratica

Include anche assicurazione sanitaria bagaglio, ass. rischio zero € 95
Note

Quote valide fino al 31 marzo 2017

I voli e le tasse aeroportuali sono valori indicativi per una valutazione globale del costo da un minimo ad un massimo. Non tengono quindi conto di offerte speciali e/o disponibilità reali. Per una quotazione accurata contattateci.

 

Tasso di cambio 1 EUR = 1,44 AUD

 

Variazioni dei cambi con oscillazioni maggiori del 3% comporteranno un adeguamento dei costi e verranno comunicati entro i 20 giorni dalla partenza.

Richiedi il tuo viaggio su misura
Cerca il tuo viaggio all'interno di tutte
le nostre proposte
Iscriviti al servizio di newsletter per essere
aggiornato sulle novità e sulle offerte
Dichiaro di aver letto l'informativa ed acconsento al trattamento dei miei dati personali


Cerca l'agenzia a te più vicina
per richiedere maggiori informazioni


2013 © Go Australia
Srl Sede: via Canale 22 60125 Ancona P.IVA, Codice Fiscale e n. iscrizione CCIAA 02116980422 R.E.A. AN 162472 - Capitale Sociale € 30.000,00