Telecomunicazioni, letture consigliate e cultura nelle Isole Cook

TELECOMUNICAZIONI:

  • Servizi di connessione ad Internet, di telefonia, di mail, di fax sono disponibili 24 ore su 24 grazie a Telecom Cook Islands di Avarua; mail e telegrammi si possono inviare da uffici postali che sono aperti dal lunedì al venerdì, dalle ore 8.00 alle ore 16.00.
  • Esistono due stazioni radio: Radio Cook Islands e Radio Ikurangi; Radio Cook Islands trasmette 18 ore il venerdì e sabato e 17 ore durante la settimana; Radio Ikurangi trasmette su Fm ed ha un raggio di comunicazione più limitato.
  • La televisione privata trasmette su Rarotonga quotidianamente dalle 14.00 alle 8.00, presentando notizie locali e programmi internazionali.
  • Il primo giornale di proprietà del Governo, The Cook Islands news, fu privatizzato nel 1989 e pubblica sei giorni alla settimana.
  • L’Herald e l’Indipendent, due giornali bisettimanali di Rarotonga, sono di proprietà di Elijah Communication che controlla anche Radio Cook Islands e Cook Islands Televison.

LETTURE CONSIGLIATE

  • Giornali di bordo. Il viaggio dell’Endeavour
    di James Cook (Tea, Milano 1994) Si tratta del primo volume dei diari dell’esploratore che nel 1768 salpò da Plymouth, al comando dell’Endeavour, alla volta del Pacifico. La sua missione, per conto della Royal Society, aveva come meta l’isola di Tahiti; in un arco di tempo di dieci anni, Cook rivoluzionò la visione europea del Pacifico.
  • Giornali di bordo. Il viaggio della Resolution e dell’Adventure 
    di James Cook (Tea, Milano 1995) Secondo volume dei diari che riporta le insidie affrontate durante i viaggi effettuati fra il 1772 e il 1775.
  • Gli ammutinati del Bounty
    di Jules Verne (Demetra, Verona 1996) I ribelli del Bounty furono i primi Europei ad avvistare Rarotonga, perché si ammutinarono mentre navigavano tra le Isole Cook.
  • Nei mari del Sud. Da Magellano a Cook
    di Etienne Taillemite (Electa Gallimard, Torino 1999) Tra il 1519, data del giro del mondo di Magellano, e il 1775, quando il Capitano Cook traccia un bilancio delle sue scoperte, la carta del mondo può dirsi completata

 

Cultura

Gli abitanti delle Isole Cook sono fondamentalmente polinesiani, ossia abitanti delle ‘molte’ (poli) isole del Pacifico meridionale, e sono di etnia maori, lontanamente imparentati con i maori della Nuova Zelanda. Anche la lingua locale, il maori delle Isole Cook, ha legami con il maori neozelandese e le lingue polinesiane di Tahiti e delle Hawaii, ma praticamente tutti parlano l’inglese come seconda lingua.
Gli abitanti delle Isole Cook hanno fama di essere i migliori danzatori della Polinesia e secondo gli esperti sono anche più bravi dei tahitiani. Le danze delle Isole Cook sono notoriamente sensuali e per tradizione vengono eseguite in onore di Tangelo, dio della fertilità e del mare. Ogni occasione è buona per danzare, ma i momenti più belli sono le frequenti ‘island nights’, durante le quali le sensuali e rotondette danzatrici invitano gli ignari papaya (stranieri) a salire sul palco per unirsi al ballo.

Tra i prodotti artigianali meritano una menzione particolare le asce tradizionali, con la lama in pietra e il manico in legno riccamente intagliato, i ventagli, le cinture, i cesti, i copricapo di piume e i sedili di legno e le tivaevae, coperte con applicazioni che di solito vengono usate come copriletto.
Si conosce assai poco della religione praticata prima dell’arrivo degli europei, a parte il fatto che si basava sul culto di divinità che vivevano in 12 cieli, 7 sopra il sole e 5 sotto di esso, più un dominio sotterraneo; ciascun cielo era sede di particolari divinità e spiriti. Gli sforzi compiuti dai missionari per cancellare queste credenze hanno avuto l’esito sperato e oggi la maggior parte degli abitanti è di fede cristiana. La chiesa principale è la Cook Islands Christian Church (CICC), fondata dai missionari negli anni ’20 del XIX secolo.

Altri viaggi che potrebbero interessarti

Durata: 5 giorni / 4 notti

da € 1.306 - Voli inclusi

Durata: 8 giorni / 7 notti

da € 964 - Voli esclusi

cape tribulation

Durata: 5 giorni / 4 notti

da € 491 - Voli esclusi

Articoli che potrebbero piacerti
australia

Le festività australiane sono legate alla cristianità; tra le feste pubbliche segnaliamo Capodanno, 1° gennaio; la Festa del Lavoro, in una data non fissa perchè cambia tra le varie regioni; la Festa Nazionale, 26 gennaio; Anzac Day, 25 aprile. Si celebra poi una festa chiamata Festa del Mondo, in cui ogni anno viene festeggiato un […]

Cradle Mountains

Trasporti I servizi pubblici di autobus operano nei maggiori centri come Hobart, Launceston, Burnie e poche altre zone limitrofe. Compagnie private permettono di raggiungere anche il nord-est del Paese, cosi ì come le compagnie di taxi. Poiché i trasporti pubblici sono poco frequenti, può essere una buona idea noleggiare un’automobile, soprattutto se non avete molto […]

Non perderti le nostre offerte!

Espressione del consenso al trattamento dei dati personali: procedendo con l'invio di questo modulo, si autorizza il trattamento dei dati personali forniti per la finalità, con le modalità e nei limiti indicati nell'informativa sulla privacy, ai sensi e per gli effetti dell'art. 23 del D.lgs. 196/03.

Go Australia S.r.l.
via Canale, 22 - 60125 Ancona
P.IVA, CF 02116980422 R.E.A. AN 162472
Capitale Sociale € 30.000
Premio Turismo responsabile Italiano 2011
Continua a seguirci su