Gli appassionati della saga fantasy più famosa del mondo, ovvero “Il Signore degli Anelli” e “Lo Hobbit”, nati dalla penna del grande scrittore inglese Tolkien, saranno lieti di sapere che in Nuova Zelanda e precisamente nella regione di Waikato, è possibile visitare un luogo magico e incredibile, ovvero una ex fattoria a conduzione familiare, adibita a set, diventata famosa in quanto ha ospitato proprio le riprese dei film legati a questi romanzi fantasy di successo.

Originariamente era una zona in gran parte paludosa, ma grazie ad un sistema di drenaggio su larga scala, è stata trasformata in una fertile campagna agricola, tra l’altro impiegata anche per la riproduzione dei cavalli da corsa.

Questo è stato possibile in particolare, grazie agli sforzi della famiglia Alexander, trasferitasi qui nel 1978, la quale riuscì ad avviare con successo un grande allevamento di bovini e ovini.

Quando il celebre regista Peter Jackson iniziò a cercare i luoghi più adatti per realizzare le pellicole della saga Il Signore degli Anelli, si accorse per la prima volta di Alexander Farm mentre si trovava su un areo nel 1998 e concluse che l’area gli ricordava una fetta dell’antica Inghilterra.

Inoltre il decoratore Alan Lee riferì che le colline presenti nel posto, sembravano addirittura essere scavate dagli Hobbit stessi.

Pertanto dopo opportune trattative con i proprietari, cominciarono i lavori per riprodurre fedelmente il mondo e le case dei simpatici Hobbit, creature dalle sembianze umane, di bassa statura, ma con orecchie a punta e grandi piedi pelosi.

Jackson stesso ha scritto: ‹‹”Sapevo che Hobbiton doveva essere un posto caldo, confortevole e dall’aspetto vissuto.

Facendo crescere le erbacce attraverso le fessure e creando siepi e piccoli giardini un anno prima delle riprese, ci siamo ritrovati con un posto incredibilmente reale, molto più di un set cinematografico”››.

Sebbene il set inizialmente non fosse stato costruito per durare, divenne presto evidente che sarebbe diventato interessante per i turisti.

Così dal 2002 ogni giorno, vengono effettuate qui delle escursioni, di solito prenotate anticipatamente, all’interno di una vasta superficie di 5,5 ettari.

I punti salienti del tour includono la Contea della Terra di Mezzo, il Party Tree (un albero caratteristico), la casa di Bilbo Beggins (uno dei personaggi principali) e altre piccole abitazioni con pareti di terra.

I rinfreschi sono invece disponibili presso “The Shires Rest Cafe” prima o dopo ogni tour.

Nel 2010, il set è stato nuovamente allestito per la saga Lo Hobbit, le cui riprese sono iniziate nel 2011 e nel 2012 è stata aperta qui, anche la locanda “Green Dragon” (una replica della locanda il Drago Verde che era presente nella trilogia del Signore degli Anelli e nello Hobbit).

Ora c’è anche un negozio che vende mercanzie e souvenir adiacente al bar e alcuni eventi serali si svolgono dal 2014.

Se avete in programma di trascorrere una vacanza in Nuova Zelanda, anche se non siete dei fan del genere fantasy, dovete assolutamente passare di qui!

Per conoscere tutti i nostri tour in Nuova Zelanda cliccate qui!

 

 

 

Articoli che potrebbero piacerti

La Medusa a Scatola Uno degli animali più pericolosi e letali per l’uomo al mondo, tipico di alcune zone australiane, spesso trovata nelle acque del continente australiano, è la medusa scatola, i cui tentacoli possono raggiungere anche i tre metri di lunghezza. Altrimenti detta cubo-medusa , la medusa a scatola popola la costa lungo la […]

Cosa sapere di Canberra? Qui vi diamo alcune informazioni interessanti!

Non perderti le nostre offerte!

Espressione del consenso al trattamento dei dati personali: procedendo con l'invio di questo modulo, si autorizza il trattamento dei dati personali forniti per la finalità, con le modalità e nei limiti indicati nell'informativa sulla privacy, ai sensi e per gli effetti dell'art. 23 del D.lgs. 196/03.

Go Australia S.r.l.
via Canale, 22 - 60125 Ancona
P.IVA, CF 02116980422 R.E.A. AN 162472
Capitale Sociale € 30.000
Premio Turismo responsabile Italiano 2011
Continua a seguirci su