Cosa vedere a Vanuatu

Isole esterne
Ambae (405 km2)
Coperta da una fitta foresta pluviale, quest’isola si dice che fu di ispirazione a James Michener nell’immaginare l’isola di Bali Hai nel suo romanzo epico “Le Storie del Sud Pacifico”. Il punto più elevato dell’isola è Mt. Lombenden, un vulcano semi-attivo i cui tre crateri formano altrettanti laghi con acqua calda termale. Ambae è famosa per i suoi disegni di sabbia che assomigliano ad una rosa e rappresentano il laplap (piatto nazionale di Vanuatu). Nell’isola sono presenti strutture ricettive semplice, in stile isolano, ed un ospedale a Lolowai.
Ambrym (680 km2)
Ambrym è uno dei pochi posti al mondo dove è possibile ammirare dei laghi attivi di lava. I vulcani gemelli dell’isola, Mt Benbow (1.159 m) e Mt Marum (1.270 m), ancora tuonano e da alcune piccole crepe nel terreno fuoriescono lava e vapore. Raggiungendo il bordo del cratere del Mount Marum, è possibile godersi lo spettacolo del centro del lago di lava che turbina e sfrigola con una furia infinita. Le camminate ai vulcani possono essere organizzate sia da Lalinda nel sud, sia da Ranon nel nord. Ambrym è conosciuta per le sue straordinarie sculture in legno, pietra e felce e per le colorate danze tradizionali (inclusa la danza degli spiriti Rom). Air Vanuatu offre collegamenti per Ambrym cinque volte a settimana. Ci sono due aeroporti, Craig Cove e Ulei.
 
Aneityum (162 km2)
Montuosa e ricoperta da giungla, Aneityum è l’isola abitata più a sud dell’arcipelago. Quest’isola vulcanica è circondata dalla barriera corallina ed è ideale per lo snorkeling. Belle spiagge di sabbia bianca segnano la riva, aggiungendole un fascino naturale. Nel lussureggiante interno si possono trovare kauris giganti e cascate. L’idilliaca Mystery Island (Inyeug) – una fermata d’obbligo delle crociere – è circondata da magnifiche acque turchesi ed avventurosi sposini in viaggio di nozze possono dormire nella sua guesthouse. L’unico servizio medico dell’isola si trova ad Anelghowhat.
 
Banks & Torres (851 km2)
Le isole più settentrionali di Vanuatu sono anche le più vicine all’Equatore. Le isole principali tra le Banks sono Vanua Lava, Gaua e Mota Lava – una bella isola con i picchi ricoperti dalla giungla e da palme – circondate da spiagge di sabbia. La popolazione residente di Gaua ammonta a 1.300 persone che vivono nella costa nord-orientale dove la cultura locale è ancora molto radicata. Gaua presenta un bel paesaggio coronato da un vulcano attivo, Mount Garet ( 797 m), con torri che si erigono sopra un lago vulcanico dell’entroterra. Il gruppo delle isole Torres, nell’estremo nord, è il più remoto dell’arcipelago e presenta delle bellissime spiagge di sabbia bianca.
 
Epi (444 km2)
Epi è una pacifica isola con graziose insenature e spiagge coperte di sabbia alternate a scogliere e l’interno rivestito da una folta foresta pluviale. Ci sono diversi piccoli laghi dov’è possibile pescare e farsi una bella nuotata. Ad Epi è possibile soggiornare presso dei semplici bungalow al Paradise Sunset Bungalows, a pochi minuti di cammino dalla pista d’atterraggio costiera, e all’Epi Island Beach Guesthouse. La spiaggia di Lamen Bay è considerata la più bella di Epi, con possibilità di ottimo snorkeling. La baia è popolata da diversi dugong (lamantini) – in particolare c’è un esemplare maschio molto addomesticato che nuota spesso con gli uomini. Appena poco fuori, la graziosa Lamen Island presenta una spiaggia di sabbia bianca. Anche Namuka Island, oltre l’angolo meridionale di Epi, dispone di spiagge di sabbia bianca ed una bella scogliera, mentre a Lopevi Island si trova il vulcano fumante di Epi. Vicino al villaggio costiero di Votlo ci sono due sorgenti di acqua calda. A Vaemali si trova un centro sanitario e i due maggiori aeroporti sono a Lamen Bay e Valesdir.
 
Erromango (975 km2)
Situata nella zona sud dell’arcipelago, quest’isola montuosa e prevalentemente coperta da foreste è una delle più grandi di Vanuatu e con la più bassa densità di popolazione. Erromango è una delle migliori isole per le passeggiate nel bosco e il suo paesaggio lussureggiante può vantarsi di alcune delle più belle foreste kauri al mondo. Una delle attività interessanti in quest’isola è esplorare i dintorni di Suvu Beach, una spiaggia di sabbia bianca con antiche pitture rupestri in alcune caverne. La Metesons Guesthouse è situata sulla riva di un fiume vicino al villaggio di Uponkgor nella Dillon Bay. C’è una postazione di primo soccorso a Port Narvin e cliniche a Dillon Bay e Ipota. Anche le due principali piste di atterraggio si trovano a Dillon Bay e Ipota.
 
Malakula (2023 km2)
L’entroterra di Malakula è ricoperta da una lussureggiante foresta pluviale e la maggior parte dei suoi abitanti vive in villaggi sulla costa. È la seconda isola di Vanuatu per dimensioni e quella con più alte diversità culturali. Al suo interno sono parlate più di 30 lingue differenti, ognuna delle quali rappresenta una variante delle culture riscontrabili sull’isola. L’arte e gli oggetti rituali di Malakula sono tra i più belli del paese e l’isola è anche famosa per le complesse cerimonie ed i rituali preservati da due delle sue tribù – i Big Nambas e gli Small Nambas. Le tre principali piste d’atterraggio si trovano a Norsup, Lamap e South West Bay. Operano voli giornalieri da Port Vila e Santo.
 
Maewo (269 km2)
La spettacolare costa nord di questa stretta isola vulcanica è puntellata da spiagge di sabbia nera. Maewo è l’isola con maggiori precipitazioni di Vanuatu ed ha alcune delle cascate più spettacolari. È un luogo ottimale per il birdwatching, in particolar modo ai piedi della catena montuosa centrale e lungo la costa sud-orientale. Maewo è rinomata per le sue antiche società segrete e per le sue molteplici danze tradizionali. Ci sono cliniche mediche a Kerebei, Nasawa, Marino, Narovorovo e Asanvari. L’aeroporto è a Naone. Ci sono dei voli di collegamento all’isola di Mercoledì e Venerdì.
 
Pentecost (438 km2)
L’isola di Pentecost è diventata famosa in tutto il mondo per essere la patria di una pittoresca e pericoloso cerimonia di tuffi in terra (Nagol) che ha luogo ogni anno durante la raccolta dell’igname. Questo rituale ultracentenario è praticato nel sud di Pentecost e si pensa che sia il padre ispiratore del moderno bungee jumping. I tuffi in terra (allacciati a liane) hanno luogo ad Aprile, magio e Giugno. La maggior parte della popolazione è concentrata nella zona nord dell’isola e sulla costa occidentale, mentre l’entroterra è per lo più coperto da una fitta foresta con cascate e fiumi. Pentecost ha alcuni buoni sentieri che percorrono il bosco e i suoi limpidi fiumi sono l’ideale per una nuotata rinfrescante nelle giornate più calde. A Melsisi è presente un ospedale e ci sono cliniche e postazioni di primo soccorso in diversi villaggi. Nei due aeroporti dell’isolano operano dei voli da Port Vila e Santo (via Longana e Walaha, Ambae) quattro volte a settimana.
Tanna
Tanna costituisce la destinazione avventurosa più popolare di Vanuatu, grazie ad una delle sue particolarità naturali e attrattive turistiche più famose: il fiero monte del Vulcano Yasur. Questo viene considerato il vulcano attivo più sicuro e più facilmente accessibile al mondo. Dopo aver attraversato le pianure ricoperte di cenere scura a bordo di veicoli 4×4, con una breve camminata di 10 minuti si raggiunge il bordo del cratere, dove è possibile osservare le tre bocche del vulcano compiere le loro emozionanti manifestazioni. Il momento migliore per visitare il cratere è di notte, quando le innocue eruzioni di lava incandescente offrono un fantastico spettacolo pirotecnico.
I 30.000 abitanti di Tanna sono ancora oggi legati alle loro tradizioni ancestrali (kastom) che portano avanti in chiave moderna. È facile assistere quindi alle loro cerimonie (tra cui il famoso festival yam), matrimoni e riti propiziatori, in cui gli indigeni appaiono spesso seminudi, i corpi decorati con colorati estratti di erbe. Il paesaggio dell’isola è vario, nel nord predominano distese erbose e bassa vegetazione, dove è facile incontrare cavalli selvaggi, nel sud, più montuoso, prevale la foresta tropicale. La fertile zona centrale ospita floridi orti che producono una grande varietà di frutta e verdura, oltre al prodotto più conosciuto dell’isola, il caffè Tanna.
Visitando Tanna
Mount Yasur (361m): situata nel sud-est, l’attrazione più famosa di Tanna è considerata anche il vulcano attivo più facilmente accessibile al mondo. Nel corso dei secoli piogge di ceneri hanno contribuito all’innalzamento di enormi dune di sabbia nera, creando un aspro paesaggio lunare. I visitatori possono risalire il vulcano fino ai bordi del cratere, dove saranno intrattenuti da un magnifico spettacolo pirotecnico. Godersi questa visione in notturna è la scelta migliore! Si possono anche spedire cartoline dal primo Ufficio Postale al mondo su un vulcano (tel. 22 000, email [email protected]). Prestare attenzione nei periodi in cui il vulcano si presenta maggiormente attivo. Esistono diverse proposte turistiche per visitare lo Yasur.
Cerimonia Nekowiar: questa cerimonia costituisce uno degli eventi culturali più spettacolari di Vanuatu, riunendo villaggi vicini in tre giorni di cerimonie di scambio doni, danze kastom e feste varie. La cerimonia Toka maschile è considerata la danza tradizionale più coinvolgente. Si tiene ogni tre-quattro anni, al compimento di un raccolto abbondante.
Villaggi Kastom: una visita guidata in uno dei villaggi Kastom di Tanna è uno dei must di quest’affascinante isola. In questo maniera si avrà quindi l’opportunità di testimoniare uno stile di vita non influenzato dalla cultura occidentale: gli abitanti di questi villaggi continuano infatti a condurre una vita basata sull’agricoltura di sussistenza e su una rigida osservanza del “Kastom”. Durante il giro i visitatori avranno modo di assistere a danze tradizionali o di comprare opere di artigianato locale.
South Tanna Cultural Tour: qui le tribù del Sud Tanna si riuniscono per offrire una dimostrazione della tradizione e delle arti tramandate dagli antenati. Mostreranno gli usi pratici delle piante nella medicina e il metodo di cucina tradizionale. Si potrà poi parlare con il capotribù nel nakamal, assistere ad interessanti danze Toka e prove di abilità ed assaporare i gustosi frutti di Tanna.
Tour della tradizione Ipai: un tour molto interessante che conduce attraverso diversi villaggi e all’interno di una larga Nakamal dove si assiste ad una danza tipica.
Black Magic Tour: questo tour, che interessa il Nord Tanna, è rinomato per la sua atmosfera magica e misteriosa. Si avrà l’opportunità di osservare cavallerizzi, una piantagione di caffè e la variopinta pittura facciale Tanna.
Tour della tradizione Yakel: l’unico, originale tour nella tradizione Yakel, alla scoperta di villaggi in cui giorno dopo giorno si porta avanti uno stile di vita tradizionale, lontano dagli usi occidentali.
Villaggi di John Frum: situati nella Sulphur Bay sulla costa orientale e ad Imanaka sulla costa occidentale. In un villaggio di John Frum, gli abitanti venerano la figura di quest’uomo a cui era stato richiesto di far ritorno dall’America carico di beni materiali da donar loro. I venerdì sera si celebra dunque il ritorno imminente di John con musiche e danze. I turisti sono i benvenuti.
Trekking sulle White Grass Plains: queste pianure ricoperte da prati erbosi sono popolate dai famosi cavalli selvatici di Tanna. Le viste che si godono da qui, che spaziano dalla costa a Erromango, sono mozzafiato.
Passeggiate a cavallo: ci sono una serie di ottime proposte per delle uscite a cavallo. Il Lenakel Cove Resort organizza cavalcate nella foresta per raggiungere il più grande albero di banano esistente nell’emisfero australe e, prenotando in anticipo, è anche possibile seguire un itinerario per il vulcano. Il villaggio Louniel, sulla costa orientale, organizza invece cavalcate sulla più lunga spiaggia di sabbia nera di Vanuatumentre ilSouth Tanna Cultural Tour propone uscite che toccano spiagge, montagne e cascate.
Grotta sottomarina di Lemnap: il Nord Tanna è raggiungibile solo via mare dal Blue Hole, a White Grass. In barca si costeggiano le rive calcaree fino ad alcuni remoti villaggi. Lemnap Cave è una sensazionale grotta di 60 metri di diametro ed illuminata attraverso un buco centrale largo 5 metri che dono all’acqua un brillante color turchese. La grotta è accessibile anche con la manovra duck dive (“tuffo dell’anatra”) dalla scogliera o nuotando con la bassa marea.
Snorkeling al Blue Hole: situato sulla costa a White Grass, circa 2 km a nord dell’aeroporto, è un buco di corallo sulla superficie della barriera. Con un’apertura di circa 100 metri ed una profondità di 2-3 metri, il Blue Hole ospita uno stupefacente schieramento di coralli e pesci tropicali, delizia dei subacquei.
Port Resolution: nella costa sud-orientale c’è un popolare porto (di acqua profonda) molto gettonato dagli yachts. Questo porto fu battezzato dal capitano Cook nel 1774 e ha delle spiagge di sabbia bianca e un caffè vicino alla spiaggia che serve pesce fresco e piatti locali.
Espiritu Santo
Espiritu Santo (3.677 km2) è la più grande isola dell’arcipelago di Vanuatu ed offre notevoli attrazioni al turista avventuroso: montagne, fitte foreste, relitti della seconda guerra mondiale e bellissimi fondali oceanici per gli amanti dell’acqua. L’isola fu un’importante base militare americana durante la seconda guerra mondiale e diede al noto romanziere James A. Mitchener, che s’innamorò delle sue bellezze, l’ispirazione per scrivere uno dei suoi capolavori: “Le Storie del Sud Pacifico” (da cui è tratto il musical “South Pacific”). Ancora oggi rimangono segni dell’occupazione americana, tra cui relitti di guerra sommersi, vecchie piste d’atterraggio e capanne Quonset. Gli amanti della natura possono esplorare le foreste tropicali della riserva naturale di Vatthe, conservate intatte, ricche di corsi d’acqua e cascate e popolate da una grande varietà di uccelli. Invece i subacquei hanno la possibilità di esplorare alcuni dei miglior siti al mondo per le immersioni, incluso il più grande e meglio conservato relitto sommerso del mondo, quello della “President Coolidge”, ed il Million Dollar Point. Questa regione conta anche alcune spiagge disabitate. La capitale del nord Luganville è il secondo centro di Vanuatu. I visitatori vi troveranno numerosi ristorantini e caffè, un club sportivo, negozi per subacquei, alberghi e botteghe con prodotti locali. Operano voli giornalieri da Port Vila e settimanali da Brisbane e Sydney.
Visitando Espiritu Santo
Mercato di Luganville: situato sulla via principale, questo mercato cittadino variopinto vende prodotti freschi della terra e oggetti di artigianato. Aperto dal lunedì pomeriggio al sabato sera.
Million Dollar Point: alla fine della II Guerra Mondiale, quando gli Americani abbandonarono l’isola, gettarono in mare, in questo punto storico, centinaia di tonnellate di materiale bellico. Il posto è così diventato un’attrazione unica per i subacquei che vogliono esplorare i relitti sommersi.
Blue Hole: queste piscine blu di profonda acqua cristallina traggono origine da una sorgente di acqua fresca e costituiscono un’esclusiva di Vanuatu. Offrono un ottimo posto per nuotare o fare snorkeling e immersioni. Ingresso a pagamento.
Loru Conservation Area: il bel Parco di Loru copre un’area di 220 ettari con passeggiate naturalistiche, una caverna con pipistrelli ed uno degli ultimi tratti di foresta a bassa quota della costa orientale di Espiritu Santo.
Spiagge: Lonnoc e Golden Beach presentano delle graziose aree da picnic e ottimi posti in cui nuotare. Informarsi presso il banco escursioni del proprio hotel sui tour operator che offrono delle escursioni alle spiagge. Ingresso a pagamento.
Port Orly: questo villaggio è stato costruito intorno ad una missione cattolica fondata nel 1887. Ha un bel tratto di spiaggia ricoperto da nativi arbusti di legno duro.
SS President Coolidge: questa lussuosa nave di linea di 22.000 tonnellate durante la seconda guerra mondiale venne convertita al trasporto delle truppe. Il 26 Ottobre 1942 la SS President Coolidge affondò nel Canale Segond, danneggiata da alcune mine lasciate dagli americani. Costituisce oggi il più grande, meglio conservato e facilmente raggiungibile relitto sommerso del mondo.
Watthe Conservation Area: rinomata per la sua flora e fauna, questa riserva di 2.300 ettari va da Big Bay a Mount Wimbo (449m). Le sue attrattive di maggior richiamo sono il birdwatching e le camminate nella foresta, incluso un trekking di due giorni per salire al Mount Wimbo, con vedute panoramiche sulla Cumberland Peninsula.
Isole offshore: le isole nascoste di Malo, Aore, Tutuba e Bokissa sono quasi interamente coperte da palme da cocco e foresta pluviale. Tutt’intorno alle isole ci sono degli ottimi posti per immersioni e snorkeling ed un centro immersioni al Bokissa Eco Island Resort.
Millenium Cave: questa grande e profonda grotta nella giungla è larga 20 metri e alta 50. Al suo interno ci sono brillanti stalattiti e stalagmiti, piscine naturali di acqua fresca e migliaia di pipistrelli e rondini. È richiesto un livello medio di preparazione fisica.
Relitti bellici: Espiritu Santo costituì un’importante base militare americana durante la II Guerra Mondiale. Delle escursioni nella zona conducono ad alcuni di questi relitti, incluse capanne Quonset, tre piste per bombardieri ed il Million Dollar Point.
Villaggi Kastom: costituiscono un’occasione unica per vedere l’eredità culturale della popolazione locale. I tour includono un benvenuto da parte del capo villaggio e danze tradizionali.
Trekking nella giungla con soggiorno nei villaggi: nuove avventure proposte a Espiritu Santo prevedono 3-5 giorni di trekking all’interno della foresta pluviale e l’opportunità di vivere insieme agli indigeni.
Efate e Port Vila
Visitando Port Vila
 
Mercato di Port Vila: questo animato mercato si trova nel centro di Port Vila, vicino all’Ufficio Postale 24 ore su 24 dal Lunedì al Venerdì e fino alle 14 di Sabato. All’interno del mercato, le donne di Vanuatu, nei loro colorati vestiti “della nonna”, vendono frutta e verdura fresca proveniente dai villaggi vicini. C’è poi uno stupendo assortimento di conchiglie, collane di perline, cavigliere e vestiti. Il giorno di maggior affollamento è il Sabato.
Centro Culturale Nazionale (Vanuatu Kaljoral Senta): il rinomato Centro Culturale di Rue d’Artois espone una vasta gamma di manufatti artigianali, così come di copricapi cerimoniali e di ceramiche tradizionali.
Iririki Island: quest’isola, situata al centro del porto di Port Vila, è raggiungibile attraverso una breve corsa in traghetto. Una camminata di 30 minuti gira intorno all’isola passando attraverso lussureggiante macchia tropicale  e nelle piccole spiagge ci sono windsurf e pedalò a noleggio. Una parte del resort è rivolto alle coppie più che alle famiglie (non sono ammessi ospiti sotto i 12 anni d’età). Il nuovo resort per famiglie, Snorkellers Cove, sull’altro versante dell’isola, ha aperto nel 2006 e dispone di palestra, campi da tennis ed un’immensa piscina con swim-up bar.
War Memorial: opposto alla Reserve Bank di Vanuatu sorge un memoriale ai soldati che morirono durante la Prima Guerra Mondiale, da cui si gode anche di una bella vista su Port Vila ed il porto.
Visitando Efate
 
Michoutouchkine & Pilioko Foundation Art Gallery: intitolata ai due artisti locali, questa galleria d’arte si trova sulla strada per il villaggio Pango. Ospita un’interessante collezione di cimeli dell’area Pacifica, incluse sculture decorate e maschere dal sud del Malakula. I visitatori possono anche esplorarne gli amabili giardini. L’ingresso è gratuito.
Chief Roi Mata’s Domain: ad appena mezz’ora di macchina da Port Vila, nella regione Lelapa, si trova la bella area, Patrimonio Mondiale dell’Umanità, di Chief Roi Mata’s Domain. In ricordo della vita e delle conquiste di uno dei più famosi comandanti di Vanuatu, questa stupefacente terra tropicale è stata anche usata come set della serie tv Survivor. Essa è caratterizzata da un porto mozzafiato, da fiorenti barriere coralline e da una serie di spiagge perfette che fanno da vedetta all’isola a forma di cappello di Artok, dove è sepolto Roi Mata. Possibilità di tour culturali.
Stella della Russia: la “Stella” delle immersioni in relitto non può essere dimenticata. Questa goletta di 89 metri giace circa 300 metri a ovest del molo principale e è popolata da banchi di pesci dai mille colori.
Malapoa Point: le forze armate britanniche scaricarono qui le loro munizioni alla fine della II Guerra Mondiale. I graziosi giardini corallini di Malapoa Reef si trovano poco oltre.
Erakor Island: questa bell’isola è collegata a Port Vila da una linea di traghetti gratuita che parte dal piccolo molo sud del Le Lagon Resort Vanuatu. Il resort dispone di una piccola spiaggia dove farsi belle nuotate e di un buon ristorante.
Mele Island: anche conosciuta come Hideaway Island, questa minuscola isola offre una buona base, vicino a Port Vila, per praticare snorkeling, con banchi di pesci tropicali e coralli blu, rossi, verdi e gialli. L’area circostante costituisce una riserva marina. I visitatori hanno la possibilità di noleggiare equipaggiamento subacqueo, kayak e catamarani, oltre che partecipare a tour sopra la barriera corallina a bordo di barche dal fondale di vetro. È anche possibile spedire le proprie cartoline dal primo Ufficio Postale Sottomarino al mondo, tel. (678) 22 000, email [email protected]. Una linea di traghetti gratuita collega Mele alla terraferma. Esiste però una tassa d’ingresso all’Hideway Island.
Belvedere di Klem’s Hill: si possono godere magnifiche viste su Port Vila e Mele Island dall’alto della Klem’s Hill, situata vicino al villaggio Mele e a circa 200m dal livello del mare. Ingresso a pagamento.
Cascate Mele-Maat: questo impressionante salto di 20 metri è visibile ai piedi della Klem’s Hill. I visitatori possono raggiungere le cascate attraversando i lussureggianti Giardini Botanici tropicali. Con le loro ottime piscine naturali, le cascate di Mele costituiscono una piacevole località in cui trascorrere una giornata calda. Ingresso a pagamento.
Centro Culturale e Riserva Naturale Secret Garden: ideale per apprendere qualcosa in più sulle tradizioni e la cultura di Vanuatu e sulla flora e la fauna locali. Situato all’interno di più di due acri di graziosi giardini. Ingresso a pagamento. Tel. (678) 26 222.
Lelepa Island: l’isola è nota per la Feles Cave, un’enorme grotta che si pensa possa essere il luogo di sepoltura di un leggendario capo polinesiano, Roi Mata. Sul versante orientale dell’isola si trova anche una lunga spiaggia sabbiosa, mentre delle belle formazioni coralline ne orlano la costa a sud-est. Tour operator locali offrono l’accesso all’isola con tour giornalieri.
Siviri: questo villaggio offre belle vedute che spaziano dalla Undine Bay fino alle rocciose isole di Nguna, Pele ed Emao. La grotta Valeafau si trova appena prima del villaggio e c’è anche una buona area per picnic sulla costa, poco dopo la fine delle case.
Eton Beach & Eton Blue Hole: questa tranquilla spiaggia di sabbia è una delle più belle di Efate. A sud del villaggio, sul lato orientale della strada, si trova il Blue Hole, uno specchio d’acqua turchese collegato all’oceano. Ingresso a pagamento.
Moso Island: quest’isola ricoperta di vegetazione presenta delle profonde caverne a nord ed ospita una riserva di tartarughe che può essere visitata con dei tour in barca.
Nguna Island: adagiata vicino alla costa nord di Efate, Nguna è percorsa da vari sentieri e presenta una lunga spiaggia di sabbia bianca sul suo versante nord-occidentale. Le acque che circondano le isole di Nguna e Pele sono anche il sito di una delle più spettacolari aree marine protette. Il Monte Taputaora (593m) offre bei panorami su Efate e sulle Isole Shepherd.
Pele Island: adiacente a Nguna ed all’isola di Efate, Pele è raggiungibile attraverso escursioni giornaliere che prevedono pranzo, attività di snorkeling e un ambiente balneare ideale per il relax.

Altri viaggi che potrebbero interessarti

Durata: 16 giorni / 12 notti

da € 1.750 - Voli inclusi

Durata: 12 giorni / 9 notti

da € 3.080 - Voli inclusi

Articoli che potrebbero piacerti

Dopo una lunga assenza torna a farsi vedere il mulgala, un simpatico marsupiale. Conosciamolo meglio!

Scoprite con noi le meravigliose isole Whitesunday, famose oltre che per l’incanto del paesaggio, anche perché meta di yacht e altre imbarcazioni, nonché per i resort, che offrono una vasta scelta di servizi ed attività!

Non perderti le nostre offerte!

Espressione del consenso al trattamento dei dati personali: procedendo con l'invio di questo modulo, si autorizza il trattamento dei dati personali forniti per la finalità, con le modalità e nei limiti indicati nell'informativa sulla privacy, ai sensi e per gli effetti dell'art. 23 del D.lgs. 196/03.

Go Australia S.r.l.
via Canale, 22 - 60125 Ancona
P.IVA, CF 02116980422 R.E.A. AN 162472
Capitale Sociale € 30.000
Premio Turismo responsabile Italiano 2011
Continua a seguirci su